Utente 190XXX
Buon Giorno Dr,
pratico calcio (portiere) a livello amatoriale e durante una partita subii una forte botta allo sterno che al momento mi lasciò solo con un filo di fiato, poi mi ripresi e finì brillantemente la partita.
Dopo qualche lieve fastidio il mio dubbio rimane sulla sensibilità che avverto premendomi sulla parte colpita, quasi come se quella parte di sterno avesse perso la resistenza.
Il mio medico generico mi ha tranquillizzato escludendo tratture o microfratture ipotizzando un infiammazione.
Ho fatto sforzi con entrambe le braccia e anche se con insicurezza ho ripreso a giocare.
E' normale questa sensibilità dopo più di 2 mesi?
Posso andar tranquillo?

Grazie Stefano Mariconda
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

In linea di massima un'ipersensibilità locale non dovrebbe persistere così a lungo in assenza di infrazioni o fratture, tuttavia degli stati infiammatori post-traumatici possono cronicizzare, e a quel livello può capitare in corrispondenza delle articolazioni sterno-condro-costali.

Potrebbe essere utile seguire un trattamento anti-infiammatorio per os protratto per tre settimane, senza pause ed indipendentemente dai disturbi avvertiti.

Mi tenga informato.
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dott.
in effetti ho una sensazione come se mi fossi snodato il prossimita' tra sterno e costole. Puo' essere piu' chiaro per cosa intende per "anti-infiammatorio per OS"?
grazie
stefano mariconda
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si tratta di un'indicazione generica (non si possono dare terapie on-line...)indicativo di un trattamento anti-infiammatorio non steroideo per bocca.

La saluto cordialmente.