Utente 143XXX
vorrei avere risposte su una questione in cuiho avuto pareri discordanti,da una parte sò che l'alcool riduce le concentrazioni di metadone nel sangue dall altra mi dicono che gli effetti del metadone con l assunzione di alcool si sommano.insomma a prescindere dal fattoche è sconsigliabile assumere alcool sotto terapia metadonica,quali sono gli effetti se ciò avviene?grazie.
[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

dipende molto dalla situazione. Stiamo parlando di assunzione estemporanea di una persona in terapia ? A che dose di metadone ? La situazione eronica è attuale o no ? (consuma ancora o no ?).

Inoltre, è una situazione di uso occasionale o di uso abituale di alcol ?
[#2] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
allora,sono sotto terapia controllata a dosi di 100 mg di metadone,non faccio piu uso di eroina e derivati da ormai tantissimo tempo,anche il mio uso di slcooll è limitato nn lo bevo durante la settimana se nn ujna birretta come aperitivo 2 massimo 3 volte la settimana.Non riescoacapire se la sbronza che puo capiare il sabato sera aumenta gli effetti del metadone come alcuni mi hanno detto o se riduce gli effetti plasmatici nel sangue.
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

L'alcol modifica l'effetto del metadone potenziandolo in una maniera che non gli è propria quando lo si assume a dose costante. Il potenziamento è temporaneo, dopo di che, se l'assunzione è sporadica, l'effetto del metadone si ripristina da solo. Se la cosa fosse regolare, l'effetto è come se facesse su e giù, per cui perde la sua caratteristica stabilità. In altre parole combinare alcol produce un effetto + e poi - sul funzionamento del sistema oppiaceo.
Questo accade specialmente quando le dosi di metadone sono basse (intendendo dosi basse a cui si è abituati, ovviamente se si parla di dosi assunte in chi non è abituato l'effetto è proporzionale alla dose).