Utente 190XXX
Gentilissimi Dottori,
sono a chiederVi un'informazione che riguarda un mio fastidioso disturbo: da circa un mese soffro di una tosse stizzosa e improduttiva, iniziatami dopo un giorno di freddo intenso e fortemente peggiorata da quando è iniziato il periodo della mia allergia stagionale, la fioritura del cipresso. Premetto che ho 32 anni, sono di regola in buona salute ma soffro di una certa iperreattività delle vie aeree superiori. Da circa 7-8 anni soffro di allergia al cipresso che, iniziata come rinite, attualmente e da circa 2-3 anni si manifesta in forma di affanno di tipo asmatico. La curo con Aliflus Diskus 50/250, due volte al giorno. La mia tosse è iniziata circa un mese fa, dopo una forte infreddatura. Prima dell'inizio del periodo allergico l'ho curata con Clenil x aerosol, senza risultati significativi: adesso prendo solo Aliflus. Mi viene in brevi attacchi intensi, a volte quasi soffocanti, specialmente in auto se accendo il riscaldamento e peggiora al minimo colpo di freddo. A volte ci sono lunghe pause (talora un'ora) in cui non faccio il minimo colpo di tosse. Di mattina è quasi assente, peggiora durante il giorno mentre invece non mi da alcun fastidio la notte, salvo qualche breve attacco da stesa, prima di dormire. Nasce come un prurito in gola, proveniente credo dalla faringe, e talora mi causa afonia. Il mio medico curante la prende un po' sottogamba, ma la sua durata inizia a spaventarmi: mi potete consigliare? quali esami potrei eseguire per essere certa sulla sua origine? Mi è stato consigliato di assumere Aerius, potrebbe essermi d'aiuto?
PS: se può essere d'aiuto, soffrivo anni fa di reflusso gastroesofageo ma i disturbi, curati con la dieta, non si sono più ripresentati.
Vi ringrazio moltissimo per l'aiuto che vorrete gentilmente offrirmi, porgendoVi i più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Dal suo racconto sembra di trattarsi di qualcos'altro perchè il cipresso ha un'altra fioritura e normalmente non dà disturbi così intensi. Secondo me dovrebbe fare una visita allergologica con le cutireazioni per verificare anche altre allergie. Poi sarebbe opportuno fare una spirometria con DLCO ed eventuale broncodilatazione con salbutamolo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo Dottore,
Le mie ultime prove cutanee allergiche sono molto recenti (3 mesi fa) e evidenziano solo allergia al cipresso e alla forfora del gatto. Non avendo gatti in casa, suppongo che si tratti proprio del cipresso, di cui purtroppo la Toscana è piena e mi ha sempre dato, anche nel periodo in cui avevo solo rinite, dei disturbi piuttosto forti. In Toscana la fioritura è già iniziata, da quel che so: purtroppo non ho mai trovato qualche sistema informatico costantemente aggiornato sull'impollinazione, e mi curo secondo le indicazioni dell'allergologo sulla base del periodo dell'anno e dei miei sintomi.
La ringrazio moltissimo per i suggerimenti in merito alle analisi: avevo fatto la spirometria un anno fa, sempre nel periodo allergico, che aveva però evidenziato valori nella norma. E' il caso di ripeterla quest'anno? Nel frattempo posso provare ad associare Aerius ad Aliflus Diskus?
La disturbo con un'ultima domanda: talora, dopo qualche violento attacco di tosse, provo un dolore diffuso sotto la spalla destra, tra l'ascella e il seno e dietro, sulla scapola. Può essere un semplice dolore muscolare?
La ringrazio moltissimo per la Sua disponibilità, con i più cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Sì, può associare tranquillamente l'antistaminico. I dolori sono probabilmente la conseguenza della tosse, di uno stiramento muscolare.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Mi scusi dottore se mi permetto di chiederLe un'ultimissima informazione. Se la mia tosse NON fosse di origine allergica, mi consiglia egualmente gli stessi tipi di visite, o mi dovrei forse rivolgere a uno pneumologo o eventualmente fare un tampone?
Oggi mi sono accorta dopo l'ennesimo forte attacco, stavolta di tosse morbida ma non produttiva, di sentire una certa vischiosità di sottofondo, come se avessi del catarro attaccato alle pareti della gola che non riesce a uscire, ma all'atto del tossire continuo nondimeno ad avere un forte bruciore per tutta la gola, come se la tosse fosse secca.
Le chiedo questo perchè effettivamente questi forti accessi sono iniziati circa un mese fa, ben prima dell'inizio del periodo allergico, e essendo asmatica non ho potuto assumere un mucolitico.
Mi scusi per questa nuova richiesta, ma questo disturbo continuo inizia a infastidirmi molto. Colgo l'occasione per ringraziarLa infinitamente per i consulti che mi ha già fornito, porgendoLe i più cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Mi conferma il mio dubbio sull'origine allergica. Potrebbe essere scatenato anche da un virus, un'infezione e poi parte come asma. Certamente potrebbe essere utile anche una valutazione pneumologica.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Grazie infinite della sua pazienza e cortesia, Dottore!
Provvederò al più presto alle visite che mi ha suggerito, specie a quella pneumologica, a questo punto. Se non La disturbo, La aggiornerò sugli esiti delle stesse.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Assolutamente no, anzi così vedo se è la strada giusta.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo dottore,
stamani mattina ho avuto la visita pneumologica. Questo il referto:

Esame Obiettivo: MV presente su tutto l'ambito, respiro aspro diffuso.
Conclusioni e terapie consigliate: Bronchite acuta in soggetto allergico. Si consiglia Levoxacin 500 mg una compressa al giorno per 5-7 giorni. Asmanex (sospendere Aliflus Diskus) 1 aspirazione ore 8 e ore 20. Seki sciroppo un cucchiaio a colazione e pranzo e 2 a cena.
Controllo tra una settimana e tre mesi.

Premetto che da ieri sera credo di avere una sindrome influenzale, caratterizzata da febbre (37.5-38.2 massima) dolori osteoarticolari, naso chiuso e tosse persistente e grassa. La Dottoressa mi ha prescritto anche la Tachipirina al bisogno. Inoltre mi ha consigliato di assumere Asmamex invece di Aliflus, eliminando quindi il broncodilatatore, ma di assumerlo anche fuori dal periodo allergico...l'idea di assumere due puff di cortisone al giorno tutti i giorni, a essere sincera, non mi soddisfa granchè, ma ho in programma di iniziare, dopo il periodo allergico, l'immunizzazione ai pollini del cipresso e quindi abbandonare definitivamente i cortisonici tra due anni.

Lei concorda sulla terapia? Le chiedo inoltre se Lei crede nella medicina omeopatica: la farmacista mi ha detto che Seki contiene codeina, e mi ha consigliato, in alternativa, le gocce Tartephedreel, naturali e privi di effetti collaterali.
La ringrazio infinitamente per la Sua infinita pazienza e disponibilità, con i più cordiali saluti.
[#9] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
La terapia va benissimo. Non deve avere paura del cortisone perchè inalato non crea effetti collaterali. Non avrei niente contro Seki perchè non è una droga.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille dottore, ho iniziato a seguire la terapia e già ne traggo un certo giovamento: la tosse è molto diminuita e anche la febbre si è per ora assestata su una temperatura di 37.5 gradi, nulla in confronto ai 38.7 di ieri sera (temp. esterna).
Purtroppo la stessa identica forma influenzale pare aver colpito pure mia madre, che però non ha bronchite e quindi almeno si risparmia gli antibiotici.
La ringrazio ancora moltissimo per la Sua disponibilità, e mi congratulo inoltre con tutti i medici di questo sito che del tutto gratuitamente mettono a disposizione degli utenti la propria esperienza. Siete veramente persone preziose!!!
Un caro saluto
B.B.
[#11] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Sono molto contento di quest'informazione e Le auguro di stare veramente bene. In questo periodo gira un'importante Sindrome influenzale che può colpire tutti gli organi.
Cordiali saluti
[#12] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Me ne sono accorta, Dottore. Credo sia l'influenza peggiore degli ultimi anni. Nonostante sia ormai sfebbrata e la tosse si sia notevolmente ridotta, il malessere generalizzato e i dolori muscolari e osteoarticolari a distanza di 5 giorni ancora non si placano del tutto.
Ma ho sentito ben di peggio da amici a letto con questo virus: mi reputo ancora tra le fortunate.
Cordiali saluti.
B.B.