Utente 190XXX
Salve,
ho 26 anni. Facendo l'ecografia ho scoperto di avere una formazione
esoecogena nel collo di 4x2 cm. Risulta un unico
polo vascolare, ma l'ecografo non mi ha dato grandi informazioni a
riguardo, dicendo che non ne ha viste spesso di simili, ma ha escluso che sia una cisti. Da un breve consulto con un chirurgo è risultato che sia una cisti branchiale da operare in tempi brevi viste le grosse dimensioni. Mi chiedo: com'è possibile che sia una cisti se è esoecogena? Leggendo qualche informazione s internet ho scoperto che isoecogena vuol dire "della stessa densità degli altri tessuti" il che mi fa pensare ad una forma tumorale, mentre so che le cisti sono per lo piu di natura acquosa, quindi dovrebbero essere meno dense se ho capito bene. In attesa di un ulteriore consulto con uno specialista, vorrei avere un vostro parere, e se possibile, una indicazione riguardo alla tipologia di specialista al quale dovrei rivolgermi e qualora dovessi asportare questa formazione chirurgicamente, mi può consigliare un posto in
italia che sia specializzato in questo tipo di problemi?Inoltre mi
chiedo: potrebbe essere un linfonodo molto ingrossato?
Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Cesareo
28% attività
0% attualità
12% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
gentile signore
intanto penso che lei inizialmente quando scrive esoecogena voglia dire isoecogena
Ebbene se è così vuol dire che è una formazione nodulare solida (e quindi non può essere una cisti come dice lei giustamente in quanto queste sono tutte anecogene).
Andrebbe capito meglio dove è precisamente localizzata nel collo (II, III, IV comporta etc regione del collo?)
Comunque sia una formazione nodulare di siffatto volume soprattutto se solida andrebbe sottoposta a rimozione per valutazione istologica. Infatti l'agoaspirato quindi la semplice valutazione citologica è spesso inefficace su tali formazioni a meno che non si sospetti che sia un grosso linfonodo che abbia delle correlazioni con la ghiandola tiroidea (ma in questo caso avrebbe di certo riferito che nell'ambito della tiroide erano state rilevate formazioni nodulari).
Per cui deve contattare un chirurgo per la rimozione o in caso di dubbi essere sottoposto a nuova rivalutazione ecografica se possibile anche con somministazione di mezzo di contrasto come noi siamo soliti effettuare in tali casi dubbi prima dell'eventuale rimozione
saluti, spero di essere stato chiaro