Utente 167XXX
Buongiorno, chiedo cortesemente un parere sulla mia situazione attuale.
Sono una ragazza di 33 anni, nella 1° gravidanza, circa 4 1/2 anni fà, la safena dx ha cominciato ha dare piccoli segni di qualche problemino, è stata tenuta sotto controllo e tutto è andato bene.
Nella seconda gravidanza iniziata 10 mesi fà si era ingrossata ma non mi dava disturbi fino al momento in cui sono stata sottoposta ad aborto terapeutico a 13 settimane, dal giorno stesso forti dolori fino sopra all'inguine e difficoltà a tenerla tesa.
Sono stata subito a visita ed il medico mi disse che si trattava di flebite e la cura è stata 12 giorni di punture di seleparina 3800 e due mesi di compresse clarema, il referto di allora però non parlava di flebite ma diceva:NON SI SEGNALANO STENOSI ARTERIOSE EMODINAMICAMENTE SIGNIFICATIVE A CARICO DEGLI ARTI INFERIORI. iL CIRCOLO VENOSO PROFONDO RISULTA PERMEABILE ALLE MANOVRE COMPRESSIVE. MANOVRE DI CUS NEG. BILATERALMENTE. LA SAFENA INTERNA DX RISULTA INCONTINENTE.Superati i primi giorni la situazione è migliorata e non ho più sintomi o dolori, solo esteticamente si vede un pò ingrossata. Pochi giorni fa ho ripetuto da un altro Dr.l'ecocolordoppler ed il referto è: CIRCOLO VENOSO PROFONDO PERVIO, COMPRIMIBILE ED ESENTE DA REFLUDDII IN ORTOSTATISMO BILATERALMENTE. INCONTINENZA OSTIALE E TRONCULARE DELLA VGS DX CON NUMEROSI COLLATERALI DI COSCIA DIPENDENTI DAL SISTEMA SAFENICO. VPS CONTINENTE. CONCLUSIONI: INSUFF. VENOSA ARTO DX DI INTERESSE CHIRURGICO. Ora mi trovo in confusione, stavamo pensando ad una gravidanza (considerando che la seconda è andata male, non per scelta)e questo interveto adesso non ci vorrebbe proprio.
Considerando il fatto che molte donne dicono che con la gravidanza anche se sei stata operata comunque i problemi con le vene li hai comunque, nel senso che risolvi da una parte e ne escono da un'altra (esempio mia sorella); Posso prendere in considerazione, secondo lei, la possibilità di inraprendere una gravidanza allo stato attuale e rinviare a dopo l'intervento? Se si quali i rischi? Resto in attesa di un vostro parere fiduciosa che possiate fare un pò di chiarezza sul dilemma gravidanza si o intervento?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
gli esami dopplesonografici che ci riferisce sembrerebbero escludere segni di TVP. Con i limiti di una valutazione a distanza ci troveremmo quindi di fronte alla evoluzione di una insufficienza venosa preesistente alle gravidanze.
E' sinceramente impossibile fare a distanza una valutazione sui vantaggi della scelta di affrontare la terapia chirurgica preventivamente o piuttosto "a danno stabilizzato" dopo l'esaurimento della fase riproduttiva della sua vita.
Potrà trovare utili indicazioni in merito ai quesiti che ci pone nell'articolo della nostra sezione MinForma
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/91-varici-gravidanza.html.