Utente 190XXX
buonasera, mio papà ha 76 anni e da vari esami è stato riscontrato l'aorta dilatata fino a 75 mm. io purtroppo non ero presente quando i medici hanno parlato a mia mamma, ma lei continua a parlarmi di un intervento che sarà effettuato dal linguine, ma non ha saputo dirmi altre informazioni più precise.è l'angioplastica? l'angioplastica non viene effettuata solo se le arterie sono ristrette? se non fosse l'angioplastica, che tipo di intervento potrebbe dover subire? hanno parlato anche di una eventuale sostituzione, ma purtroppo anche qui mia mamma presa della confusione non ha ben capito di cosa....si tratterà dell'aorta?? rimango in attesa di un vostro gentile riscontro ma non appena avrò altri dati vi farò sapere...grazie,cordialmente. Gabriella
[#1] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
dalla descrizione fatta, seppure sommaria, penso che a suo padre sia stato proposto un trattamento endovascolare dell'aneurisma aortico. In effetti, la procedura avviene passando attraverso le arterie femorali (che stanno in corrispondenza dell'inguine, appunto), che vengono utilizzate come "via di accesso" per posizionare una endoprotesi. Questa dev'essere immaginata come un "tubo" di materiale sintetico, che mediante apposite mollette, chiamate stent, viene ancorato al di sopra ed al di sotto del tratto di aorta dilalato. Un avolta posizionato questo "tubo", l'aneurisma viene automaticamente escluso dalla circolazione poichè il sangue scorre all'interno della protesi. E' una procedura oramai effettuata agevolmente e, in centri di comprovata esperienza, è sicura ed efficace.
Spero di essere stato abbastanza comprensibile.
Molti auguri al papà.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Dottor Curci,
la ringrazio molto per la sua rapidissima risposta e per le informazioni datemi. così ho potuto almeno capire che tipo di intervento dovrà affrontare. cordialmente. Gabriella