Utente 160XXX
Salve,

in seguito a sperma pieno di sangue, mi sono rivolto il giorno stesso allo specialista che mi ha fatto un'ecografia ma non ha riscontrato nulla. Mi ha detto che probabilmente tutto era dovuto ad un eccesso di attività sessuale, non presentando altri sintomi e che la cosa si sarebbe risolta.

Mi sono quindi astenuto per 5 giorni e quando ho eiaculato successivamente, lo sperma era tornato normale. Il problema è che nelle eiaculazioni del giorno successivo ho riscontrato nello sperma bianco alcuni (pochissimi) elementi, come dei granuli, di un bianco deciso, che nelle eiaculazioni dei giorni successivi hanno lasciato il posto a macchie/grumi marrone chiaro.

Ho chiamato lo specialista che mi ha detto che è normale il marrone ma non ha saputo dirmi nulla sugli elementi bianchi. Ha detto che il marrone è sangue residuo dalle perdite del principio. Mi sono così tranquillizzato.

Ma successivamente (parliamo sempre di 8-9 giorni dal rosso vivo) le macchie/zone marroni stanno aumentando anche se la maggior parte dello sperma rimane normalmente bianco.
Se è sangue vecchio lo sperma non dovrebbe "pulirsi" e quindi il marrone non dovrebbe scemare invece di aumentare?
Avrei dovuto fare più astinenza oppure è normale che ancora ci siano residui che magari escono fuori col tempo?
Dopo quanti giorni mi devo aspettare uno sperma bianco e basta, in modo superati quei giorni da iniziare a preoccuparmi?

Grazie dottori!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
gentile utrente , emospermioa dovcuta il più delle volte and un infiammazione delle vescihette seminali, ha bisogno di molto tempo per estinguersi, anche 3-4 settimane.
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Perfetto, la ringrazio. Speravo in una risposta simile.
Ritiene che qualora le parti marroni dovessero ancora aumentare, mi dovrei preoccupare prima del termine di 3-4 settimane? (tempo da lei indicato che ovviamente comprendo sia un tempo medio e non un termine da contare in modo preciso)
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

di fronte ad un caso di emospermia (sangue rosso o marrone) è utile la visita urologica, la valutazione prostatica ( digitale o ecografica) spesso sono utili gli accertamenti colturali.
In genere questi fenomeni sono il frutto di un fenomeno "infiammatorio" prostatico che tenderà progressivamente a guarire continuando , però, a determinare produzione ed emissione di sperma con caratteristiche appunto "infiammatorie" grumi biancastri, gelatinosi, viscosità...
cari saluti