Utente 190XXX
Egr.i Dottori di medicitalia, salve a tutti, e grazie in anticipo per la disponibilità. Avrei bisogno urgente di risposta in quanto sono parecchio preoccupato, passo dunque ad esporvi il mio problema. Premetto che soffro da sempre di dermatite atopiaca che mi crea prurito e desquamazioni in testa, sul viso, sul collo e sul punto in cui si piegano le braccia. Giovedì scorso (20 gennaio 2011) sono stato operato di ernia inguinale destra, era molto grossa e anche se non mi creava grossi fastidi il chirurgo da cui sono andato mi ha consigliato di operare. Così giovedì alle 7 sono andato in ospedale e sono stato operato per primo. L'anestesia era totale, quella con il gas, anche se (basandomi su quello che ha detto il medico) era molto leggera e quindi poi hanno effettuato un anestesia locale. L'intervento è andato bene e mi hanno detto di stare a riposo, di camminare, di cercare di fare la solita vita ma di non fare sforzi come alzare pesi e di non caricare troppo la parte interessata. Il pomeriggio stesso sono stato dimesso e non mi hanno prescritto alcun antibiotico ma solo un analgesico (tachidol 500). Il dolore c'era ma non era insopportabile, riuscivo a camminare stando abbastanza dritto, con fatica ma senza grandissimi disturbi. Il giorno dopo il dolore era aumentato, il mio pensiero è stato quello che il giorno dell'operazione avessi ancora un po di anestesia. L'unico problema riscontrato dopo pochi giorni al di la del dolore aumentato era la difficoltà nell'andare in bagno a defecare. Da due giorni però ho iniziato ad avere la febbre (da lunedì 24), prima solo un po di alterazione, 37 e 4 mentre ieri sono arrivato ad avere 38. L'antidolorifico mi ha sempre dato sollievo ma non sono mai riuscito comunque a camminare bene, adesso che ho la febbre ho notato che la febbre si abbassa ogni volta che prendo il tachidol. Essendomi preoccupato mi sono rivolto al medico di base, che ha esaminato la ferita ma quella non ha nulla, è bella asciutta e non presenta pus. In accordo poi con il chirurgo mi è stato prescritto un antibiotico. Essendo da escludere quindi l'infezione ho pensato di avere l'influenza oppure nella peggiore delle ipotesi, e spero non sia quello perché non ci vuole proprio, ho pensato ad un rigetto della protesi; infatti nonostante la ferita sia bella attorno ad essa e per una fascia ristretta che va verso il bacino, sopra la gamba destra ho una zona calda e arrossata. Vorrei avere dunque dei consigli o delle delucidazioni perché magari mi sto preoccupando per nulla. Ah vorrei aggiungere che il dolore è proprio leggermente diminuito ma è comunque forte ed insistente. Vorrei ricordare che con oggi sono passati 6 giorni dall' intervento e lunedì 31 avrò il controllo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Un'infezione non possiamo comunque escluderla: per scongiurarla e' giusto infatti prescrivere l'antibiotico. La febbre e' un sintomo piuttosto comune a seguito di interventi chirurgici: e' causata dalla reazione dell'organismo all'insulto subito, ma non e' necessariamente indice di gravi complicanze. Anche il dolore, ovviamente, fa parte delle sequele possibili nel post-operatorio. Ora deve solo avere pazienza, evitare sforzi e seguire le indicazioni del Chirurgo che l'ha operata.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille, mi ha tranquillizzato molto, mi ero un po demoralizzato perché il mio medico di base aveva detto che non sto facendo un decorso post operatorio normale, che quindi dovrei stare già meglio. Sinceramente una risposta come la sua mi serviva proprio.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Eh, eh... Meno male!
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Mi scuso di nuovo!! Oggi sono andato al controllo dal chirurgo..ma nulla di nuovo, mi ha solo tolto i punti strip (essendo stato suturato con un intradermica). Poco fa però mi sono alzato per andare in bagno e ho notato che perdevo sangue..ho alzato per vedere che non si fosse aperto il taglio, per fortuna non era così però ho notato che in due punti ristretti perdo sangue. Non è un sangue normale, cioè rosso e liquido, ma è più scuro del normale e denso, annusando non puzza però sotto la ferita ero, e sono, gonfio e rosso, e il rossore è accompagnato da calore. Tra l'altro ho ancora un po di febbre. Mi potete aiutare?..cosa può essere? Cosa posso fare per medicarmi?
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La medicazione dovrebbe essere fatta da personale specializzato e in ambiente idoneo: le sconsiglio di adottare soluzioni fai-da-te. Probabilmente e' soltanto un po' di siero che fuoriesce dalla ferita, ma rimane lo stesso un evento da verificare.
Cordiali saluti