Utente 130XXX
Buona sera
un anno fà mi sono recato presso lospedale per effettuare una ecografia di addome completo. Normale esame che non avevo mai effettuato. Nel controllo è emerso:Fegato normale per sede....omissis.... Non dilatazione delle vie biliari .....omissis.....
Colecisti normodistesa contenente un calcolo di mm. 7,6 in regione infudibolare.
Pancreas ed aorta non esaminabili per meteorismo. Milza normale. entrambi i reni sono normali per sede...omissis... Non dilatazioni delle vie escretrici. Non calcoli. la prostata studiata per via sovrapubica e normale per sede, dimensioni ed ecostruttura . Veschica a pareti elastiche...omissis.... Dopo minzione presenta un residuo di 53cc.
Mi sono recato presso un epatologo il quale mi ha prescirtto una dieta povera di grassi e acido ursodesossicolico 300mg x 2. ha altresi aggiunto che non era indicazione assoluta alla colecistectomia. Mi sono recato anche presso un chirurgo il quale in sostanza mi ha confermato la stessa cosa.
Ho eseguito alla lettera le indicazioni , di fatto non mangio grassi, dolci, uova e quant'altro, mangio carni bianche, pasta integrale, latte scremato e pesce. Assumo altresì omega 3 ed un multivitaminico. Faccio presente che sono anche iperteso e prendo pillole per la pressione (1 micardis 80 con 1/2 di atenalolo la mattina e la sera lercadip 10 mg) che e' sotto controllo. Assumo altresi provisacor 5mg per mantenere sottocontrollo anche il colesterolo.
A distanza di un anno effettuo nuovamente l'ecografia e risulta:
non versamenti in cavità addominale. Fegato normale.....omissis.....
Colecisti parzialmente distesa con pareti ispessite (d. max 7mm) contenente almeno due formazioni litiasi (d.max 13 e 9 mm.) e fango biliare. Vie biliari non dilatate. pancreas non esplorabile per interposizione di anse meteoriche. Milza nornale per.....omissis..... Reni inb sede normali....omissis..... non dilatazioni delle vie escretrici ne immagini di calcoli. aorata addominale.... omissis.....la vescica non presenta alterazioni.....omissis....Prostata ai limiti superrio della norma (d max 42x 34) ed ecostruttra finemente disomogenea con micorcalcificazioni periuretrali. RPM scarso. Faccio presente che nell'arco dell'anno ho effettuato esami del sangue vie epatiche e pancreatiche con valori nella norma. Non ho avuto alcuna colica o sintomatologia di calcoli alla colecisti.
Mi sono recato nuovamente dall'epatolo il quale ha prescritto di continuare con la dieta povera di grassi fare un eco a 6 mesi aumentare il deursil a 300mg x 3 volte al giorno. Non c'è indicazione assoluta alla colecistectomia.
Mi sono recato dal chirurgo il quale mi dice che di fatto dovrei operarmi e mi dice di stare attento al deursil che potrebbe danneggiare il fegato e mi dice di rifare l'eco nuovamente a 6 mesi qualora decido di non operarmi.
Le chiedo cosa devo fare? Operarmi direttamente pur avendo valori nella norma e senza aver mai avuto attacchi? o attendere l'attacco coleitiasi.
Grazie per la cortese assistenza
Antonio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Normalmente per porre l'indicazione chirurgica alla colecistectomia dovrebbe esserci la contemporanea presenza di due elementi: i calcoli e le coliche. In mancanza di quest'ultime spesso i calcoli non vengono nemmeno diagnosticati: il suo infatti e' un reperto occasionale, ma chissa' quante persone presentano una situazione simile (cioe' hanno i calcoli) ma non ne sono al corrente, semplicemente perche' non hanno mai avuto occasione di sottoporsi ad un'ecografia. In particolari casi e' anche possibile operare a scopo preventivo, ma trattandosi comunque di un intervento chirurgico di un certo rilievo sarebbe bene valutare molto attentamente quest'eventualita'; e tenendo comunque conto del fatto che si sottoporrebbe il paziente a dei rischi, certamente non banali, legati non solo all'intervento in se' ma anche all'anestesia utilizzata. La decisione finale spetta al Chirurgo: lei non puo' fare altro che affidarsi ad un Centro di provata esperienza nello specifico settore.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

non posso che confermare quello che ha scritto il collega.

la letteratura parla chiaro riguardo l'indicazione alla rimozione della colecisti: la presenza di sintomi e quella dei calcoli fa scattare l'indicazione chirurgica.

la letteratura mondiale viceversa non è ancora chiara per quanto riguarda la presenza di litiasi della colecisti in assenza di sintomi.

stiamo parlando di una colecistestectomia preventiva che non ha una vera indicazione chirurgica anche se alcuni lavori la prospettano proprio per evitare di andare incontro alle complicanze della litiasi, molte ed alcune potenzialmente mortali (per es. pancreatite acuta).

è vero per contro come affermava il collega che reperti autoptici occasionali di litiasi della colecisti sono stati riscontrati in numerosi pazienti deceduti per altri motivi senza avere avuto nella loro vita alcun sintomo, nel senso che l'intervento sarebbe stato inutile. "MA SOLO CON IL SENSO DEL POI".

noi purtroppo non abbiamo la sfera di cristallo e non possiamo predire il futuro, ci dobbiamo attenere ai rilievi statistici, pertanto nel suo caso se indagando approfonditamente non si riscontrano i sintomi correlabili alla litiasi della colecisti l'intervento non è indicato.

la colecistectomia, per completezza, dovrà essere eseguita per via laparoscopica (questo è stato definito a livello mondiale). testi sull'argomento potrà trovarli su questo e sul mio sito dove potrà trovare anche qualche breve video clip sull'intervento.

per quanto riguarda la terapia in corso senza dubbio appare inefficace visto che i calcoli sono aumentati di numero e di dimensioni.

cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Per il Dottor SPINA
Buona sera Dottore
La ringrazio per la rapida ed esauriente risposta che mi ha dato in merito ai calcoli alla colecisti.
In chiusura alla sua risposta mi ha anche detto di affidarmi ad un buon centro di provata esperienza nello specifico settore.
Io vivo a Roma sarebbe cosi cortese da suggerirmi qualcuno di questi centri?
Cordiali Saluti
Antonio

p.s.
Le ho altresi inviato stessa richiesta alla sua mail personale
[#4] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non siamo soliti dare indicazioni del genere, ma in questo caso sono certo di non poter essere smentito se le dico che il Policlinico Umberto I e' senza dubbio uno dei posti migliori per affrontare patologie di questo tipo (e non solo...).
Mi scuso se forse non le ho risposto dalla mia mail personale, ma normalmente il poco tempo a disposizione non mi consente di farlo.
Cordiali saluti