Utente 191XXX
salve mio figlio ha da poco subito un intervento(circa due mesi e mezzo fa) di sostituzione valvolare aortica con una valvola meccanica. ora la protesi in sede aortica è normofunzionante, con gradiente max 50 e medio 30 mmHg,ha leak periprotesico di grado lieve moderato,lieve insufficienza mitralica, lieve IT e ventricolo sinistro lievemente ipertrofico con discreta funzione di pompa. sono cose normali dopo un intervento del genere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
un gradiente medio di 30 non è basso, può dipendere dal calibro della protesi che magari non è grande. Il leak periprotesico è un distacco parziale della protesi, che determina un reflusso periprotesico di entità variabile, nel suo caso lieve moderato, da quello che lei riporta.
E' bene eseguire gli esami del sangue per evidenziare eventuale emolisi (emocromo, aptoglobina, reticolociti, bilirubina, LDH) e un ecocardio ogni 6-12 mesi. Se il leak dovesse peggiorare (non è detto...) e determinare una insufficienza periprotesica moderata-severa o severa o se l'emolisi dovesse causare una importante anemia, sarà da valutare un eventuale reintervento.
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
ma è pericoloso averlo o dopo questo intervento è normale averlo?
[#3] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
Avere un distacco di protesi, anche piccolo, non è "normale" ma di per sè non è pericoloso ma da tenere sotto controllo.
[#4] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
influirà in qualche modo sull'attività fisica o cose del genere? oppure scomparirà col tempo, anche perchè prende l'enapren per questo problema?
[#5] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
la presenza di un leak causa una insufficienza periprotesica che può determinare emolisi (e quindi anemia) e/o dilatazione ventricolare con successivo scompenso cardiaco (solo se il leak determina una insufficienza moderata-severa o severa). Il leak non guarisce da solo, al limite non peggiora. Nessun farmaco risolve il problema del leak. Credo che non si debba preoccupare ora: l'insufficienza periprotesica, se c'è, è lieve. Ripeta un eco tra 6 mesi in un'altra struttura, in modo da avere un raffronto. Le ricordo anche che le protesi meccaniche hanno due jet da lavaggio in corrispondenza delle cerniere dei dischi (cioè delle due alette che si aprono e si chiudono ad ogni contrazione cardiaca): questi due leaks sono assolutamente normali, anzi ci devono essere per il perfetto funzionamento della valvola. I cardiologi ecografisti ovviamente lo sanno. Ma è successo, occasionalmente, di confondere questi due piccoli jet (le ripeto assolutamente normali) con un leak periprotesico. Per questo, le ripeto, rifaccia l'eco in un altro centro tra 6 mesi. Al momento non serve niente altro.
[#6] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
quindi, mi scusi le assidue domande, mio figlio può svolgere attività quotiniane e sportive(sempre nei limiti, cioè massimo 20 minuti) senza preoccuparsi di questo leak?
[#7] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
direi di sì; però eco ogni 6 mesi; ed esami del sangue che le ho consigliato
[#8] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
certamente grazie x aver risposto alle mie domande