Utente 314XXX
Gentili Dottori,

sono un ragazzo di 32 anni e da circa 3 anni il mio cuio capelluto ha iniziato a comportarsi in modo anomalo accompagnando una copiosa perdita di capelli.

Prima di scrivere in questo sito mi sono rivolto già a due differenti dermatologi che, nel corso del tempo e in base ai sintomi del periodo, mi hanno consigliato cure differenti.

Iniazialmente andai da un tricologo perché perdevo i capelli e il cuoio capelluto appariva unto (già dopo un giorno dal lavaggio). Questo specialista mi prescrisse un trattamento con fiale anticaduta (biothymus fiale urto) nei periodi primaverile ed autunnale, ed obiettivamente la capigliatura appariva più folta, ma soltanto nel periodo di trattamento. Inoltre, mi consigliò di usare Restiv Oil Shampoo che andava benissimo per pelli delicate e unte come la mia.

A distanza di circa 1 anno consultai nuovamente il dermatologo perché oltre al problema persistente dell'untuosità, presentavo sensazioni fastidiose di lieve bruciore, prurito e tensione della pelle. Mi disse di applicare dell' idrocortisone per un mese. Così feci ma non ottenni i risultati sperati.

Sconfortato dagli scarsi risultati mi rivolsi ad un altro dermatologo (circa 3-4 mesi fa), sempre per la sensazione di bruciore, prurito e tensione, e per l'immancabile untuosità. Anche questo dermatologo, come l'altro, mi disse che la pelle era bella ma che effettivamente ero molto unto. Mi disse di applicare per una settimana dell'alcool salicilico e di usare lo shampoo Kerium de "La roche" per forfora grassa.

Sfortunatamente l'unto è tutt'ora presente e, in più, dopo la doccia la pelle è secca e si stacca, come la forfora. Oggi, un giorno dopo il lavaggio, il cuoio capelluto appare unto, ma se passo la mano si staccano pezzettini di pelle.

Da dire anche che da circa 6 mesi mi raso e, a volte, dopo la doccia applico una lozione antiforfora (Seward Therapy - Azione purificante antiforfora) che mi da sollievo in caso di sensazione di pelle secca. Quanto meno, il bruciore ed il prurito sono scomparsi.

La perdita di capelli ovviamente continua, ma vorrei alleviare l'untuosità ed il fastidio della pelle secca dopo il lavaggio.

Possibile che non esista un prodotto adeguato?

Spero veramente che mi possiate aiutare.

Vi ringrazio.






Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
ovviamente va perfezionata la diagnosi , che pare muoversi verso una dermatite seborroica, e successivamente approntare lo schema terapeutico , che può comprendere oltre ai presidi parafarmaceutici, anche farmaci veri e propri,
Le scelte terapeutiche possono essere tante, e di solito in schema di vari prodotti sinergici tra loro.
Solo dopo la visita si potrà decidere se utilizzare sebolitici , sebostatici , antimicotici , cheratolitici, cortisonici etc e in che misura.
Ma la cura senz'altro c'è.
Cordialità