Utente 191XXX
Buonasera.
Da una settimana abbiamo saputo che mio nonno deve essere operato d'urgenza entro 15 giorni.
Quello che è stato riscontrato è un otturazione della carotide sinistra al 95%. Il problema è che durante l'intervento il solo sangue che arriverà al cervello sarà quello distribuito dalla carotide destra, otturata per altro al 40%. In più si tratta di un paziente diabetico. Mio nonno ha 67 anni, è abbastanza giovane e attivo. Vorrei sapere, se ci fosse qualche medico o infermiere, quali sono i rischi e soprattutto se c'è il rischio di morte!
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

i limiti di una valutazione a distanza le sono noti.

le informazioni che lei fornisce non permettono di esprimere un parere specifico.

le vorrei confermare che viste le sole comorbidità da lei riferisce aumentano i rischi operatori.

non riferisce se questa stenosi così serrata è stata riscontrata occasionalmente o a seguito di sintomi (tia o un ictus) che aumenterebbero di conseguenza il rischio.

la valutazione del rischio dipendono da numerosi fattori come l'età, la funzionalità di organi come il cuore, l'apparato respiratorio, la funzione renale, la presenza del diabete o dell'ipertensione etc etc

mi sembra peraltro che non esistano alternative visto l'importanza della stenosi 95% e 40%.

il chirurgo che ha posto indicazione dovrà richiedere un consenso informato all'intervento dove spiegherà tutti i rischi a cui il paziente potrà andare incontro.

in quella occasione il chirurgo in modo molto approfondito potrà anche rispondere alle vostre ulteriori domande in modo certamente più preciso visto che avrà avuto modo di valutare non solo il paziente ma anche l'intera documentazione.

cordiali saluti in bocca al lupo e buon fine settimana
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Grazie infinite Dott. Catani per la sua risposta.
Volevo comunque precisare che il problema è stato riscontrato occasionalmente dato che mio nonno si era sentito più volte dei forti capogiri insieme a un aumento dei battiti cardiaci. Fortunatamente Non ha avuto ictus o altri problemi.
La ringrazio ancora.
Cordiali Saluti.