Utente 191XXX
Salve , io vi contatto perché ho lavorato per una cooperativa in una azienda come verniciato-re a spruzzo per quattro ani,esposto a : xi lene , butile acetato , toluene , acetone , acetato di etile , acido fosforico , alcol isopropilico , alcol isobutilico .Dopo due ani meso ho cominciato avere problemi di salute : vertigini , mal di testa , vomito , nausea .In quella giornata sono andato a ospedale dove mi a tenuto sotto osservazione due giorni dopo quale mi a mandato a casa . sono rimasto in malattia per due settimane.Ho ricominci-ato lavoro e dopo tre- quattro mese avuto stessa problema :rimasto a casa per due settimane e dopo ho ricominci-ato lavoro.Dopo quattro-cinque mese ho cominciato avere problemi di Più :ho lavorato due settimane e due settimane ho rimasto a casa in malattie per tre mese fino quando no ho potuto andare a lavoro e rimasto in malattia per cinque mese.In questo periodo giorno di giorno mi ho sentito male :mal di testa , vomito ,nausea e avuto e celò un fischio quale lo sento sempre . Ho fato le analisi di sangue (tutte le risposte in parametri normali , ho fatto risonanza magnetica dove mi ha trovato:”Focolaio di alterato segnale cerebellare emisferico sx ,esito di pregresso insulto vero-similmente vascolare” Dopo un periodo di quattro-cinque mese di malattia mi a ricoverato in ospedale da dove mi a dato questi diagnosi di dimissione: Cefalea muscolo-tensiva cronica e iper-tensione arteriosa diastolica di grado lieve e mi a mandato a un centro delle cefalee dell ospedale da dove mi a dato da prendere:laroxyl 25 mg la mattina e sera e inderal 40mg la mattina e sera.Sono passati tre-quattro mese da quando prendo queste medicine e non mi passa , mi sento ancora male: mal di testa (dolori continue giorno di giorno qualche volte dolori insopportabili) , vertigini e qualche volte nausea.Questi per quale ho lavorato mi ha fermato di quello posto di lavoro , mi ha pagato la malattia e da ottobre anno scorso non celo la malattia , non celò lavoro (no mi da niente da lavorare,da tante volte mi a chiamato a officio e mi ha detto:”firma la dimissione e ti facciamo un altro contratto di lavoro e ti mandiamo in altro posto di lavoro”.Io no ho firmato niente e da ottobre rimasto accasa senza malattie, senza lavoro(non mi da da lavorare , non vuole farmi licenzi-amento , anche non mi chiama ,mi ha detto:” se celai problemi vai a sindacato”.Io ho deciso da fare la denuncia di malattia professionale.Anche adesso sto male come vi o detto prendo medicine senza nessuno migliora-mento . In questa situazione cosa si po fare?
[#1] dopo  
2386

Cancellato nel 2011
Mi pare una situazione complessa che richiede una valutazione più approfondita.
può recarsi:
1) con richiesta del suo medico curante può prendere appuntamento presso un'Istituto di Medicina del Lavoro o presso una Unità Ospedaliera di Medicina del Lavoro
2) ad un patronato.
Sarebbe opportuno prima fare una valutazione e poi rivolgersi al patronato.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per la Vostra tempestiva risposta.