Utente 141XXX
Buongiorno Egregi Dottori,

scrivo da parte di mio padre, 49 anni, 1,76 per 70 Kg Circa.

Da qualche hanno, subito dopo aver fatto la doccia, soffre di un forte prurito alle gambe che poi si estende, in maniera meno intensa, sul resto del corpo che spesso lo porta ad uscire fuori di senno per circa mezz'ora.

Questo problema scompare improvvisamente con l'arrivo dell'estate, premetto che ha una carnagione scura, passa molte ore sotto il sole in estate dedicandosi al giardinaggio, ed è proprio in quel periodo che il prurito scompare.

Appena passata l'estate, ritorna all'improvviso facendo diventare la doccia un incubo per mio padre.

Ha effettuato visite a molti dermatologi, anche di un certo livello, in tutta Roma e nessuno è riuscito a trovare la causa del suo problema.

Inoltre sempre durante l'inverno, la cute delle sue mani e dei piedi si "spacca" dandogli forti dolori. Per questo problema applica dell'olio d'oliva sulle mani e una crema cortisonica, ma serve solo ad alleviare il dolore.

Nessuna cura ha mai avuto effetto, detergenti, creme, lozioni, non hano mai alleviato il prurito.

Navigando nel web ho letto che protrebbe trattarsi di un problema di fegato, ma sinceramente mangia di tutto e senza problemi.

Mi auguro che con la vostra bravura e professionalità riuscirete a darmi un valido consiglio per il suo problema.

Ringranziandovi in anticipo, Vi auguro una Buona Giornata e Porgo Cordiali Saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
un problema localizzato non è generalmente un problema relegato a problematiche internistiche (e quindi anche epatiche):

invece trovo molto utili la valutazione di questo prurito nella sede dermatologica finalizzata alla valutazione di un possibile stato xerotico, o eczematoso asteatosico (tutte condizioni legate alla mancanza di componenti lipidiche nell'epidermide)

Se così fosse - e paliamo solo in termini generali e non vincolanti - l eterapie sarebbero sicuramente efficaci

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille Dott. Laino per la Sua rapida risposta.

Perdoni la mia ignoranza in materia, ma cosa intende per:

invece trovo molto utili la valutazione di questo prurito nella sede dermatologica finalizzata alla valutazione di un possibile stato xerotico, o eczematoso asteatosico (tutte condizioni legate alla mancanza di componenti lipidiche nell'epidermide).

Il pruritro, come avevo descritto, è fortissimo nelle gambe e leggermente meno fastidioso sul resto del corpo.

Quali potrebbero essere le eventuali terapie da intraprendere nel caso un dermatologo confermasse la sua (credo anche sicura) diagnosi?

Di cure ne ha provate moltissime, anche dispendiose a livello economico, ma per la propria salute non si può padare a spese.

Sarebbe cosi gentile da semplificare la Sua accurata diagnosi e, come le ho anticipato, consigliare una eventuale terapia?

Di nuovo Mille Grazie e Distinti Saluti.