Utente 185XXX
buongiorno,
ho 22 anni e non riesco a controllare l'eiaculazione, duro qualche minuto senza aiuti ! Ho consultato un andrologo che dopo varie analisi risultate tutte "buone", mi ha prescritto Priligy 30, sono un po contrario all'uso anche se "curioso" dei risultati. La mia domanda è, il priligy è una cura definitiva o lo dovrò assumere "al bisogno" a vita ?
se non lo è, esiste una cura definitiva che non preveda l'assunzione di farmaci per sempre ?
grazie in anticipo delle risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
la dapoxetine è al bisogno, non è definitiva.
cure definitive con farmaci non ne esistono. in casi selezionati la chirurgia del frenulo aiuta ma i pareri su questo non sono unanimi.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente

la risposte è no. il priligy non è affatto una terapia definitiva per la EP. ha un costo elevato (10 euro a compressa) , effetti collaterali (nausea, diarrea e vertigini prevalentemente) e soprattutto è una terapia "on demand", vale a dire esplica il suo effetto solo quando è assunto al momento.
Se vuole chiarirsi le idee in merito le consiglio questa lettura:

http://www.studiourologicogallo.it/eiaculazione_precoce.php

Le consiglio inoltre di compilare il presente questionario:

http://www.studiourologicogallo.it/questionari/Questionario_per_la_valutazione_dell_eiaculazione_precoce.pdf
[#3] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
...grazie per le risposte! possiamo dire allora che non c'è rimedio definitivo all'eiaculazione precoce e che dovrò conviverci ?
[#4] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
esistono terapie continuative, poco costose, che limitano fortemente il problema.
cordialmente
[#5] dopo  
Dr.ssa Paola Scalco
52% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Gentile Luigi,
in una sua precedente richiesta di consulto riferiva della decisione di rivolgersi per altri motivi ad uno psicologo. Se lo ha fatto, ritengo valga la pena affrontare anche con lui questo argomento, sopprattutto in virtù del fatto che le analisi dell'andrologo non hanno rilevato una causa organica al suo problema.
In caso contrario, il mio consiglio è quello di richiedere una consulenza ad uno psicologo (meglio ancora se psicoterapeuta) con una formazione sessuologica, per chiarire altri aspetti legati a questa sua diffoltà ed eventualmente intraprendere in parallelo una terapia mansionale di coppia.
Saluti.
[#6] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
l'eiaculazione precoce, è una disfunzione sessuale della fase dell'orgasmo e va diagnosticata dall'andrologo, a seguito di visita specialistica, poi la terapia si stabilisce di conseguenza.
Vi sono svariati tipi di e.p., anteportas, intrapostas( fuori o dentro l'ambiente vaginale), primaria, secondaria, assoluta, situazionale.
Sarebbe opportuno conoscere lo IELT( tempo di latenza eiaculatoria intravaginale) e le emozioni associate alla sfera della sessualità e della sua dimensione di coppia.
L'approccio terapeutico, potrebbe essere:
counseling psico-sessuologico, psicoterapia, terapia di coppia ad orientamento sessuologico, trattamento integrato( farmacoterapia e terapia mansionale), farmaco on de mand( cioè al bisogno).
Il farmaco, non è curativo, nè risolutivo, ma un validissimo supporto alla terapia psico-sessuologica.
Una “diagnosi non completa” ed una terapia che non affronti le cause nella loro globalità, possono costituire , un fattore di mantenimento del disturbo nel tempo, anziché la risoluzione della disfunzione.
Legga questo articolo, potrebbe esserle utile.
http://www.valeriarandone.it/home/articoli/95-stress
Cari saluti
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

riuscire a definire una eiaculazione precoce a 23 anni potrebbe essere estremamente complesso.
C'è chi sostiene che la tempistica eiaculatoria sia tra i caratteri definiti di ogni soggetto non sempre facilmente modificabile ( da secoli vengono proposte tecniche orientali per controllare tale meccanismo, negli anni '60-80 negli USA si pensava che le terapie sessuologiche potessere modificarla, Tutti gli esseri viventi del creato eiaculano subito dopo aver penetrato, l'uomo è l'unico essere vivente che vorrebbe eiaculare dopo un certo tempo, pensando al piacere del coito più che alla funzione riproduttiva...).
Esistono farmaci che possono modificare la tempistica eiaculatoria determinata da azioni neurotrasmettitoriali abbastanza precisate con terapie o con "rimedi" brevi (dapoxetina).
E' con lo specialista che si dovrebbe trovare la "strada" giusta
cari saluti
[#8] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
grazie a tutti per le risposte.
l'altra sera ho provato il priligy, non ho avuto nessun effetto collaterale neanche minimo e il risultato è stato molto soddisfacente. peccato non sia definitiva come cura e che il prezzo è parecchio alto.
dati i risultati col farmaco, potrebbe essere un problema di "sensibilizzazione" cioè sono molto sensibile agli stimoli durante la penetrazione e quindi mi eccito parecchio e subito ?
inoltre volevo chiedere se in commercio c'è un generico o comunque dove potrei trovare un "equivalente" meno costoso.
grazie ancora
[#9] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Certo
l' ipersensibilità del glande rappresenta una delle cause organiche principali di EP.
non esiste un generico. Se si è trovato bene con il priligy deve sborsare 10 euro a compressa, non ci sono altre soluzioni a meno che non se lo faccia regalare dalla sua compagna.
Comunque il priligy non è l' unica soluzione.
Legga quelle letture che le ho consigliato per maggiori informazioni.