Utente 190XXX
Buonasera a tutti,

Sono un ragazzo di 18 anni , 2 anni fa mi sono fratturato tibia perone ad altezza caviglia dx, mi hanno operato inserendo dei mezzi di sintesi ( placca e tiranti).
2 settimane fa ho subito un'intervento per l'asportazione di questi mezzi.
Mi hanno fatto una anestesia locale , spinale, con un'iniezione dietro alla schiena. Subito dopo l'intervento provavo dei dolori inguinale, la schiena e ai testicoli. dopo una settimana il dolore alla schiena è sparito ma mi sono accorto che un linfonodo inguinale destro (tra l'altro dalla stessa parte della gamba operata) si è ingrossato, molto preoccupato ho fatto l'eco e mi hanno detto che potrebbe essere per l'operazione che ho affrontato, ma non si spiegano bene.
Sono molto preoccupato per questo e il medico di base mi ha prescritto delle analisi del sangue approfondite da fare domani mattina.
Una vostra risposta a riguardo mi farebbe tranquillizzare maggiormente.

Grazie
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Faccia senz'altro gli accertamenti prescritti e controlli nuovamente con l'ecografia il linfonodo "sospetto", ma tenga presente che con tutta probabilita' si tratta di un linfonodo reattivo, cioe' che sta reagendo ad un insulto infettivo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per la risposta Dr. Stefano, durante la visita oggi mi hanno prescritto un antibiotico leggero da prendere 2 pillole al dì. Spero tanto che non sia nulla di grave.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Corretta la prescrizione dell'antibiotico, in casi del genere: faccia gli accertamenti e attenda con fiducia che la terapia "sgonfi" il linfonodo.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' normalissimo assistere ad un ingrossamento di un linfonodo regionale (=reagisce ingrossandosi e per questo si dice REATTIVO) dopo un intervento chirurgico e non si aspetti che regredisca in breve tempo o solo perchè ha fatto una terapia.

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm
[#5] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Grazzie anche lei Dr.Salvo, ieri ho fatto le analisi del sangue specifiche e martedì ho i risultati , intanto sto prendendo questo antibiotico, volevo fare una domanda a riguardo questo ingrossamento legato ad una infezione non va via con l'antibiotico?
[#6] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Se, come tutti pensiamo, il linfonodo e' di tipo reattivo, l'antibiotico puo' aiutare a combattere l'infezione. Con la scomparsa di quest'ultima il linfonodo diminuira' di volume in quanto avra' terminato di "reagire".
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Buona sera.

Oggi ho finito l'antibiotico dopo una cura di 7 giorni, gli esami sono andati bene, il medico ha detto che mi mancano solo le proteine, data la scarsa consumazione di carne.

Il linfonodo è ancora gonfio come sempre, e mi hanno prescritto una risonanza per le parti molli.

Volevo sapere un po' anche il vostro parere.

Grazie
[#8] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Le ha gia' risposto il Collega: "non si aspetti che regredisca in breve tempo o solo perchè ha fatto una terapia".
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Buon giorno Dottore, scusi se la disturbo ancora.
Oggi alla visita mi hanno trovato attorno al linfonodo ingrossato degli altri piccoli come dicono loro , e nello punto dall'altra parte un'altro un po' meno gonfio.
Mi hanno detto che se entro un mese non si sgonfiano di fare una biopsia, mi sto iniziando a preoccupare..
Grazie per le sue risposte.
[#10] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quando un linfonodo REAGISCE anche "quelli intorno" reagiscono. vedi foto

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

ma solo questo non dà una indicazione a fare una biopsia mentre sono ben altri gli elementi di dubbio come ad esempio quando i linfonodi palpabili sono indolenti e soprattutto non sono mobili alla palpazione. E soprattutto l'indicazione sarebbe emersa dalla ecografia.

Entro un mese è probabile CHE NON SI SGONFINO !
[#11] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Cosa dovrei fare secondo lei dottore?
Ho fatto di tutto.
[#12] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Intanto non preoccuparsi e al massimo una ecografia di controllo tra circa un mese. In tale occasione chiederei consiglio all'ecografista se il quadro che ha visualizzato meriti o meno un ulteriore approfondimento.
[#13] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Buona sera Dottori, sono tornato a disturbarvi.
In queste settimana passata ho fatto finalmente la risonanza magnetica con contrasto, è risultato un bilaterale ma il dx un po più gonfio , dicono che si tratti di un reattivo con all'interno un sottile grasso, come avete detto fin dall'inizio voi, mi hanno dato da fare delle punture di OKI. Scrivo perchè mi sorge un'altro dubbio.
Appena faccio sforzi mi fa male, anche quando cammino. Il dolore parte un po' sotto l'ombelico dalla parte destra e va finire fino sotto anche i testicoli.
E' ancora gonfio tutt'ora e non posso fare molto che sento tutta la parte interessata sotto sforzo.
Voi cosa ne pensate?
Grazie per le risposte.
[#14] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Un dolore riferito in una regione cosi' vasta non e' giustificato dal linfonodo reattivo.
Cordiali saluti