Utente 188XXX
salve, circa un mese fa ho avuto una frattura scomposta alla costola six. Dopo 3 settimane dalle rx di controllo il risultato era che la frattura non era ancora guarita, bensì stia meglio rispetto a prima, ho ancora dolori ma sopportabili. Il mio medico curante però mi ha dato altri 30 giorni dall'astenzione dal lavoro. Volevo sapere se non siano troppo 60 giorni, posso tornare prima di questo termine a lavorare? Il medico dice che ci vogliono due mesi di assoluto riposo,limitando al minimo qualsiasi movimento, non ha esagerato? La frattura si è scomposta, ma non ci sono monconi di osso che minacciano gli organi interni. Grazie distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo
36% attività
0% attualità
12% socialità
SONDALO (SO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
In generale.. una frattura scomposta rappresenta sempre un pericolo virtuale per il polmone in quanto picoli frammenti appuntiti possono non essere visibili. Tuttavia 60 giorni mi sembrano esagerati.. ed in ogni caso dipende dal tipo di lavoro che fa.
Una roba è fare un lavoro sedentario.. un altra roba è fare un lavoro che prevede attività fisica.
[#2] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
grazie dottore, allora suppongo che la scelta del mio medico sia dovuta dalla seconda ipotesi, ossia un lavoro tutt'altro che sedentario.
[#3] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
grazie dottore, allora suppongo che la scelta del mio medico sia dovuta dalla seconda ipotesi, ossia un lavoro tutt'altro che sedentario.
[#4] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
grazie dottore, allora suppongo che la scelta del mio medico sia dovuta dalla seconda ipotesi, ossia un lavoro tutt'altro che sedentario.