Utente 329XXX
A novembre 2010 mi sono accorto di avere nella parte destra dell'inguine quella che sembrava una pallina sotto pelle. Credendo fosse un foruncolo ho trattato la parte con una pomata all'ittiolo e nel giro di qualche giorno la zone si è gonfiata con screpolatura della pelle, arrossamento e una specie di eruzione di grandi dimensioni, con dolore al contatto. Dopo qualche giorno il tutto è regredito e attualmente è rimasta la pelle leggermente più scura in corrispondenza, mentre al tatto si sente un leggero spessore in profondità. Da allora sono cominciati dolori alla zona inguinale destra che si estendono alla gamba. Una visita dall'urologo ha rivelato un'ernia, piccola ma che a suo dire dovrebbe essere operata. Il fatto è che i doloretti (non sono forti, ma più che altro un fastidio) si sono estesi (sono dello stesso tipo) anche all'ascella destra. Si manifestano indipendentemente dallo sforzo, sono sopportabilissimi ma rimangono in sottofondo; poi possono scomparire per qualche giorno per tornare in seguito. Ho appena fatto una tornata di esami del sangue ad ampio spettro con l'unico esito di un livello appena più basso di linfociti neutrofili (1,77). A cosa potrebbero essere dovuti i dolori e, soprattutto, potrebbe esserci un legame tra quelli all'ascella e quelli all'inguine?
[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
mi scuso per il leggero ritardo nella risposta.
Il dolore all'inguine è probabilmente in relazione agli sforzi ( piccola ernia)e qui deve rivolgersi a chi di competenza per eventuale "riduzione" dell'ernia se necessario. Il dolore in sede ascellare, potrebbe essere dovuto anche ad una irritazione ( uso di deodoranti?) e comunque non è collegato al problema dell'inguine. Gli esami sono buoni. Si rivolga per il problema dell'ernia allo specialista che l'ha diagnosticata , faccia i dovuti controlli ed eventualemnte la terapia consigliata.
Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.