Utente 188XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni, di altezza 180 cm e peso 85 kg. Premetto che non svolgo regolare attività fisica da molto tempo (solo attività sporadica in palestra) e che sono un tipo abbastanza ansioso. In ogni caso passo ad illustrare il mio caso. Da qualche anno soffro di sporadiche extrasistoli quotidiane, unite (da qualche mese) a dei dolori leggeri al petto, spalle e braccio sinistro (fitte vicino al gomito). Qualche mese fa, intimorito da questi dolori, mi sono recato per precauzione dal mio medico, che mi ha prescritto una visita cardiologica con correlato ECG, ECG da sforzo su cicloergometro ed Ecocardiogramma. Tutto nella norma, tranne un periodo di recupero lievemente lungo dopo la prova da sforzo dovuta, a detta del cardiologo, al fatto di essere fuori allenamento. Il tutto è quindi stato ricondotto ad uno stato ansioso. In ogni caso a questi "dolori" che, a quanto pare, sono di natura psicologica, si affianca anche la comparsa di queste extrasistoli in determinati casi, come ad esempio quando faccio un piegamento in avanti col busto, quando mi siedo in modo brusco su una sedia, a volte anche quando faccio delle inspirazioni brusche a pieni polmoni. Il tutto è comunque accompagnato da un bruciore di stomaco continuo e ad una sensazione di pressione al livello del diaframma e una strana sensazione di non riuscire a respirare bene. Preciso che nei giorni in cui sono particolarmente sotto stress ho un tic nervoso che mi porta a contrarre in modo brusco i muscoli addominali (non so perché); però quando di solito sono più tranquillo e riesco a gestire meglio questi tic nervosi, ho notato che le extrasistoli e il bruciore di stomaco diminuiscono molto. Può essere dovuto tutto a questo mio tic che magari porta lo stomaco a spingersi più su verso il diaframma? Ho sentito parlare di "ernia iatale" in tal senso. Può essere anche nel mio caso? O devo preoccuparmi della salute del mio cuore? In ogni caso il medico mi ha prescritto un Holter ECG per capire la natura di queste extrasistoli.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi pare che lei abbia grossi problemi di ansia . Non vedrei necessita di ulteriori accertamenti cardiologici. Buona serata
Cecchini
www.cecchinicuore.org