Utente 374XXX
Egr. dottori,
ho 33 anni. A merzo di quest'anno mi sono sottoposto ad una visita tricologica a titolo "preventivo" il cui esito è stato buono (esami del sangue, ormonali, tricogramma ecc....ok). La dermatologa sspecializzata in tricologia mi ha prescritto un galenico composto da Melatonina, Idrocortisone butirrato, estrone (tutti allo 0,05%)in alcool 75% da utilizzare ogni giorno per mesi 3 nella quantità di 2ml.Termiato tale periodo e poichè mi sono trovato bene con tale prodotto, su consiglio del dermatologo, anzichè interromperlo sto continuando ad usarlo 2/3 volte alla settimana nella quantità di 3 ml.Parlando con una amica che studia dermatologia xò mi è stato detto che l'idrocortisone poichè è un ormone, potrebbe, a differenza dell'estrone, avere nel lungo periodo effetti negativi sui capelli e cuoio capelluto. Mi chiedevo allora se questa affermazione debba considerarsi veritiera e se si necessario sospendere x qualche tempo l'assunzione di tale prodotto ripedendola magari a cicli o se sia possibile, invece, utilizzarlo 2/3 volte alla settimana abitualmente
RingraziandoVi per la gentile risposta porgo cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Nel bagaglio di ogni buon dermatologo, come sono solito scrivere, c'è il Galenico, preparazione che soddisfa il bisogno di avere un prodotto su misura per il paziente anche quando esso non esiste sul mercato commerciale. Ognuno ha le sue formule, talvolta empiriche.
Il problema è chenel suo caso ignoriamo la diagnosi e la obbiettivita'.... cioe'...cosa stiamo curando?
Per rispondere pero' alla sua domanda concordo che l'utilizzo di cortisonici locali anche di bassa potenza e' da evitare per lunghi periodi quando possibile per i noti effetti collaterali(atrofia cutanea, teleangectasie, rebound alla sospensione,etc).
Il mio consiglio è di chiedere alla sua specialista di riferimento per conferma e correttezza.
Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2007
Egr. Dott.,
ho letto che l'idrocortisone butirrato è in uso in tricologia da ben 35 anni e non sono mai stati riscontrati effetti collaterali a differenza di altri cortisonici!!!
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Egr.pz
grazie della opportunità di far luce su alcune peculiarità dei superusati cortisonici topici.
Qualunque cortisonico per uso topico, e comprendiamo anche l'idrocortisone butirrato ,esplica necessariamente le azioni proprie della classe dei corticosteroidi tra cui vasocostrizione superficiale, rallentamento della migrazione dei linfociti,delle fagocitosi,etc. In definitiva azione immunosoppressiva,antiproliferativa,antisintetica che sono il fulcro della loro azione ma anche la loro "croce"!.E' chiaro che se dal cortisonico (e quello che usa non e' troppo debole!)mi aspetto efficacia nel agire come antiproliferativo per es . nella psoriasi ,oppure come immunosoppressore nell'eczema allergico,oppure come inibitore della reazione granulomatosa da corpo estraneo,non posso poi non aspettarmi che queste proprietà,protratte a lungo sulla cute non abbiano alcun effetto.
E così atrofia cutanea (ovvio),ma ancherallentamento di cicatrizzazioni,dermatiti acneiformi,infezioni,etc.
Aggiungo che tutto cio' può essere mitigato dalle nuove molecole,ma mai eliminato perchè proprio connesso all'attività di tutta questa classe di farmaci.
Detto ciò sottolineo di non spaventarsi,ma di considerare negativo l'uso "ad libitum" del prodottp
Cordialità