Utente 307XXX
buongiorno. sono a chiedere un consulto per mio padre che ha 83 anni. da temposoffre diipertensione arteriosa sotto controllo con farmaci antipertensivi (combisartan e lobivon). Ultimamente si è presentato un edeme delle gambe e piedi inparticolare all'arto destro e solo legegrmente a quello sinistro. Fatta visita cardiologica. ECG ha evidenziato un semiblocco della branca sinistra e null'altro, pressione arteriosa 120/80. Il medico ha posto diagnosi di minimo scompenso cardio circolatorio ed ha tolto il combisartan sostituendolo con tareg e laxis 25. A distanza di alcuni giorni, non riscontrando miglioramneti è stata raddoppiata la dose di laxis. Ora , non solo non ci sono miglioramenti, ma l'edema è aumentato. Il prossimo controllo cardiologico è previsto tra 10 giorni. mi chiedo se possiamo aspettare o se dobbiamo rivolgerci al medico prima e che prospettive ci sono per la risoluzione. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
A distanza e senza l'osservazione diretta del paziente è molto difficile esprimere un parere.
Comunque, se il cardiologo ha posto diagnosi di scompenso cardiaco, dai sintomi che riferisce potrebbe essere in corso un peggioramento dello stesso, per cui sarebbe consigliabile anticipare la visita cardiologica di controllo, onde evitare un possibile repentino aggravamento del grado di insufficienza cardiaca e la conseguente necessità di un ricovero ospedaliero.
Cordiali saluti