Utente 192XXX
salve sono marco, un ragazzo di 19 anni. Vorrei esporre il mio caso riguardo alla caduta precoce dei capelli che mi fa preoccupare sempre di piu... L'inizio della caduta è iniziato a circa 17 anni anche se l'evidenza si verificò circa un anno dopo e continua, nonostante l'uso di fiale o integratori, sempre sotto prescrizione medica. Devo puntualizzare il fatto che mio padre è calvo ma nn completamente.. solo sui laterali e sulla zona posteriore sono presenti i capelli.. le zone colpite quindi sono nella parte superiore della testa e continua un po nella parte posteriore . Sicuramente sarà legato al fattore ereditario .. Volevo chiedere a voi ,visto la competenza in questo campo, se c'è qualche rimedio a questo problema e se la zona diradata puo essere rinfoltita con nuovi capelli.. Ho letto molte cose su internet ma non credo che tutti i rimedi presenti sono effettivamente esaurienti... ad. esempio l'autotrapianto mi ispirava piu di tutti visto che con i farmaci o lozioni, come ho detto prima , non ho ottenuto grandi cose .. a livello di riscrescita zero... Il mio caso logicamente non è come quello di mio padre ma penso ogni volta al fatto che con il passare degli anni mi avvicinerò sempre piu alla sua condizione.. Al momento ho un diradamento sulle zone temporali e un po sulla fronte .. Insomma ho descritto il caso anche se vederlo in prima persona è un altra cosa, però volevo sapere gli ulteriori passi che dovrei fare tenendo anche presente il tentativo di un eventuale trampianto (di bulbi dalla zona posteriore a quella del diradamento), se non crea problemi o come ho gia letto bisogna aspettare la stabilizazzione della caduta.. Ma io cosa potrei fare durante questo periodo?? Restare a guardare?? Non è proprio la strada che vorrei prendere... grazie in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
l'autotrapianto può essere sinergico ai trattamenti medici per l'alopecia androgenetica.
E' chiaro che chi effettua l'intervento dovrà prevedere il peggioramento dell'alopecia e disporre le unità in modo adeguato .
E' possibile che vi sia poi necessità di un secondo intervento.
Parta con l'informazione presso gli specialisti dermochirurghi , e poi decida.
Cordialità