Utente 148XXX
Buonasera , descrivo brevemente il mio problema , ho 30 anni all'età di 18 anni ho subito amputazione 1 falange dito medio , causata da taglio lamina snowbord, ho subito fatto l'allungamento della falange , che dopo tutti questi anni mi rendo conto che sia stato inutile anzi penso di aver peggiorato la situazione , in quanto tirando l'osso ,adesso è propio attaccato all'estremità della pelle, sento propio l'osso quando tocco il dito , praticamente non cè un momento della giornata tranne quando dormo , che non senta questa orribile sensazione , vorrei far qualcosa per annullare qualsiasi dolore o sensazione di amputazione , non sdi tratta piu di problema estetico , mi sono ormai accettato ( anche se spero che un giorno non lontano riescano a creare in laboratorio ed impiantare la falange mancante), non so magari un'intervento potrebbe annullre definitivamente il dolore sensazione che ho , penso che sia dovuto all'allungamento effettuato

se potete darmi qualche conasiglio sul come intervenire su questo problema , che oltre ad avermi condizionato la vita e il mio umore ( una stupida falange voi direte) non mi permette di vivere serenamente


grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
E' verosimile che le terminazioni nervose dell'estremità del dito siano rimaste intrappolate nella cicatrice (neuroma da amputazione) e/o siano messe in tensione dal fatto che l'osso spinge contro la pelle. Le consiglio di rivolgersi a un chirurgo della mano, a Milano ha solo l'imbarazzo della scelta, per una valutazione diretta: riconoscendo la causa del disturbo si può prendere in considerazione le possibili soluzioni. E' possibile che si possa ricorrere a terapie fisiche
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la tempestività ,
il problema piu grave è il fatto che l'osso spinge contro la pelle , a livello di terminazioni non ho grossi problemi,
lei pensa che si possa risolvere il problema senza intervento? altrimenti con un'intervento che lavoro andrebbero a fare sul dito ( raschierebbero l'osso?)

grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Non posso fare ipotesi senza conoscere il quadro clinico. Se il problema è l'osso che "spinge contro la pelle" si può accorciarlo asportandone quel tanto che permette alla pelle di essere più lenta, cercando di ottenere un compromesso che non riduca troppo la lunghezza.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Si penso ci sià da fare questo tipo di intervendo , immagino sii molto doloroso