Utente 129XXX
Gentile dottore , mi scuso se la disturbo ancora , ma vorrei dei chiarimenti sull'infarto. Premetto che sono una persona molto ansiosa e soprattutto in questo periodo mi sento nervosa come non mai, inoltre soffro di attacchi di panico che si presentano in fase acuta circa 1 -2 volte l'anno. La mia vita quotidiana è fatta di stress che mi fa venire a volte paure immotivate che mi mandano in tilt . L'ultimo attacco di panico risale a settembre 2010 , in quell'occasione mi sono recata in ospedale dove mi hanno fatto tutti gli accertamenti del caso , compresi gli esami del sangue , e mi hanno mandato a casa perchè tutto andava bene . Ora quando sento qualche dolore al braccio o alla schiena corro in camera e mi provo la pressione che è sempre normale ( la massima tra i 125 /135 e la minima tra 80/85 i battiti cardiaci sono di media 85 ) La mia domanda è la seguente come posso accorgermi se il mio è un attacco d'ansia o un infarto ? Come si comporta la pressione durante un infarto o poco prima ? Queste paure mi condizionano la vita , anche uscire di casa per qualche ora diventa un problema perchè io voglio sempre avere vicino la macchina per provare la pressione ed eventualmente il lexotan !!! Nella mia condizione ansiosa anche solo parlare con un medico mi fa sentire meglio ! In attesa di una Sua gentile risposta porgo i miei più cordiali saluti .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi, io comprendo il suo stato di ansia, ma proprio per questo le consiglio vivamente di ruidurre in maniera drastica il suo peso corporeo in quanto esso costituisce un notevole fattore di rischio, non solo coronarico.
Quindi se lei fosse davvero preoccupata per il suo cuore, dovrebbe impegnarsi nel ridurre il suo peso corporeo.
Buona giornata
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore , la ringrazio per la sua risposta . Sono consapevole del rischio che comporta il mio peso corporeo, e preciso che fino a qualche anno fa non ero così pesante , anzi in realtà ero magra pesavo 65 Kg . Il tutto è degenerato 5 anni fa quando sono iniziati i problemi economici e familiari . Comunque sono convinta di seguire una dieta e a rimettermi in forma ... Ma per quanto riguarda la mia domanda iniziale cosa può dirmi ? (come si comporta la pressione durante un infarto o poco prima ? ) Inoltre la dottoressa che mi ha visitato durante il pronto soccorso mi ha detto che è impossibile che a una donna che ha il ciclo mestruale venga l'infarto , è vero ?
In attesa di una Sua risposta La ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Certo che una donna fertile può venire un infarto. È vero che gli ormoni femminili sembrano proteggere il cuore fino alla menopausa, ma non è che escluda la possibilità di infarto...non si può semplificare così.
Lei deve solo ridurre drasticamente il peso corporeo..tutto qui.
Saluti
Cecchini
[#4] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio ancora, concordo con il suo consiglio e come le avevo già detto è mia intenzione farlo.Anche perchè credo che i miei problemi personali non si risolveranno a breve , e quindi non ha senso portarsi dietro questo "cappotto" ingombrante e a cui per altro non sono nemmeno abituata . Mi permetta un'ultima domanda : mio padre 20 anni fa circa a seguito di un malore si è recato in ospedale dove poi l'hanno ricoverato. Io ho sempre pensato avesse avuto un infarto, non l'ho mai chiesto ma visto come è stato curato l'ho dato per scontato. Coronarografia ed intervento alle coronarie dove gli hanno applicato 5 baypass . Un giorno parlavo con il cardiologo dove mio papà fa i suoi controlli periodici anche adesso e mi ha detto che non ha avuto un infarto , ma poi ha cambiato discorso per rispondere a mia madre . Io non ho ancora capito ma cosa può aver avuto ? Non oso chiederlo in casa perchè è un argomento di cui nessuno parla volentieri .
Ancora Grazie e scusi se Le faccio perdere ancora prezioso tempo.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Senta ma secondo lei come faccio io a sapere cosa ha avuto suo padre...?
Buia serata
Cecchini
[#6] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
Mi scuso non la volevo innervosire ... Ancora grazie per i consulti precedenti