Utente 177XXX
Ho 43 anni, non bevo, non fumo. Da alcuni mesi avverto di tanto in tanto (ho notato solo quando mi arrabbio) un dolore, anzi un fastidio, a bretella sulla lato sinistro del torace. Inizialmente avevo pensato a dei doloretti muscolari però ora comincio ad impesierirmi perché vedo che il fastidio compare solo dopo qualche arrabbiatura.
Potete consigliarmi quali esami fare per escludere cause cardiache?
(mia nonna materna era ipertesa e so che ebbe anche un episodio di trombosi)

Un'altra precisaszione: due anni e mezzo fa ho fatto un ECG dinamico secondo Holter perché avevo frequenti risvegli notturni con la sensazione di cuore fermo. I risultati furono questi:

"Sono stati analizzati 107657 battiti.
Ritmo sinusale a FC media di 74 bpm. FC massima 131 bpm. FC minima 44 bpm.
Stabile la conduzione S-A ED A-V.
Sono stati registrati 13 BESV isolati.
Nulla di significativo a carico della fase di ripolarizzazione ventricolare".

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'esame Holter è nella norma, la sua sintomatologia sembrerebbe francamente di natura muscolare ma non di certo cardiaca. In tali casi, è suggeribile un test da sforzo, se vuole la massima sicurezza.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il sintomo che riferisce non è caratteristico di un dolore di origine cardiaca.
In ogni caso, per Sua maggiore tranquillità, si sottoponga ad un controllo specialistico cardiologico ed il collega, dopo averLa visitata e valutato il Suo profilo di rischio cardiovascolare, richiederà gli eventuali approfondimenti diagnostici che riterrà opportuni.
Per finire, il referto dell'ECG Holter riportato non mostra elementi patologici.
Cordiali saluti
[#3] dopo  


dal 2011
Prima di tutto ringrazio entrambe per la gentilezza e l'esaustiva risposta.

Solo un'ultima cosa: avevo dimenticato di precisare che il cardiologo che visionò l'Holter (di cui mi dispiace non poter allegare il tracciato per via della sua lunghezza) disse di notare che stavo attraversando un perido di grande ansia e mi prescrisse un leggero ansiolitico. Tengo a precisare che la sua osservazione si basò esclusivamente sulla lettura dell'Holter e non su un mio comportamento oppure su notizie fornite da me. Posso quindi chiedere se effettivamente da quel referto emerge qualcosa che faccia pensare ad un soggetto ansioso?

Grazie ancora!
[#4] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Purtroppo senza la visione diretta dell'esame non è possibile esprimere un parere in merito.
Evidentemente il collega ha notato un repentino aumento della frequenza cardiaca al risveglio o in occasione di eventi emotivamente significativi nel corso della giornata di registrazione, e questo in genere è tipico dei soggetti ansiosi.
La cosa importante che dalla visita e dgli esami eseguiti il Suo cuore è risultato sano!
Cordiali saluti
[#5] dopo  


dal 2011
Grazie davvero per la gentilezza e le informazioni preziose!

Buon lavoro e cordiali saluti!