Utente 188XXX
Salve, mio padre è un fumatore da più di 40 anni, quest'anno compie 63 anni, nel 2008 si è operato di aneurisma addominale il quale era arrivato a 6,5 cm, ora non ricordo il tipo di operazione, cmq è stata fatta una grande incisione lungo tutta la pancia, di sicuro non è il tipo di operazione con la sonda...
Allora scrivo per avere un parere su questa TAC prescritta a mio padre dallo pneumologo.
Da questo specialista siamo andati in quanto mio padre da settimane soffriva di forti colpi di tosse che la notte lo facevano anche dormire poco, a questo si aggiunge un dolore a livello del torace(parte destra alle costole, ed anche più in su quasi a livello dell'ascella). Comunque ora la tosse un pò si è calmata, mi preoccupa questo persistere del fastidio al torace, sente un senso di pesantezza.
Ora dobbiamo ritornare dallo specialista per far vedere la TAC, non abbiamo capito bene perchè abbia chiesto questo accertamento anzichè una semplice radiografia dato che ci disse che voleva capire se ci potesse essere qualche bronchite cronica.
Ora leggendo questa Tac vedo qualcosa riguardante l'aneurisma, dallo pneumologo dobbiamo andare tra 2 settimane, ma ora c'è questo dubbio. saremmo grati se qualcuno possa darci qualche informazione dato che da profani brancoliamo nel buio.Ecco il risultato della tac:

TC (TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA) TORACE AD ALTA RISOLUZIONE (HRCT)
Esame eseguito a strati sottili non contigui, ricostruiti con algoritmo ad alta risoluzione, senza somministrazione e.v. di mezzo di contrasto iodato.
Ghiandola tiroide di dimensioni aumentate con prevalenza del lobo destro che discende a livello del giugulo.
Campi polmonari simmetrici con lieve rarefazione della rete vascolare.
Strie di fibrosi e zollette similfibrotiche in corrispondenza dei culmina pleurica, in particolare a destra, al segmento mediale del lobo medio, in regione lingulare ed al segmento posterobasale dei lobi inferiori, specie a destra. Piccole bronchiectasie in sede posterobasale sinistra.
Non apprezzabili definite alterazioni densitometriche da riferire a lesioni polmonari a carattere infiltrativo in atto nelle sezioni esplorate.
Conservata pervieta’ delle principali diramazioni bronchiali.
Nei limiti risolutivi della metodica si apprezzano piccole nodulazioni linfonodali nella loggia del Barety, in sede prevascolare, sovracarenale, nella finestra aorto-polmonare ed in sede ascellare bilaterale. Non evidenza di versamento pleurico; minimo film fluido nei recessi pericardici.
RA,: le scansioni passanti per l’addome documentano:
presenza di centimetrica areola similcìstica al IV/VIII segmento epatico. Piccola formazione ipodensa similcistica di circa 13 mm si apprezza al polo superiore del rene sinistro,utile integrazione con ecografia.
Lieve iperplasia surrenalica bilateralmente.
Nodulazioni linfonodali in sede intercavoparaortica e retrocrurale destra del diametro max di circa 16 mm. Dilatazione aneurismatica dell’aorta addominale (diametro max circa 35 mm).


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
in sintesi: segni di bronchite cronica e fibrosi polmonare, cisti renale ed epatica, gozzo, lieve dilatazione dell'aorta addominale.
Consigli: fare eco epatica e renale, ormoni tiroidei e valutazione endocrinologica. Per l'aneurisma (lieve) dell'aorta addominale non c'è alcuna indicazione a fare nulla. Può darsi che il paziente sia stato operato di aneurisma aortico sottorenale 8la sede più frequente) e ora abbia una lieve dilatazione della porzione superiore.
Stop fumo.