Utente 193XXX
Buon giorno, da tre anni circa, ho un disturbo mediamente una volta a settimana. All'improvviso, la capacità di mettere a fuoco con il mio occhio sinistro viene meno, sia da vicino che da lontano. Ho notato ultimamente che ciò avviene ogni qualvolta abbasso la testa per leggere o fare esercizi fisici.Considero quindi che la conseguenza del mio disturbo derivi dall'aumento della pressione sanguigna verso la testa. Attualmente (da un mese) assumo miocardis per abbassare la pressione che attualmente si assesta a 110/75 ma il disturbo persiste sempre nelle stesse circostanze.Non ho nessun problema fisico tranne la pressione che prima della cura era 145/90. Due anni or sono sono stato visitato senza alcun riscontro (chiaramente il problema non si era manifestato durante la visita). Avete una casistica a riguardo? cosa mi consigliate?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
0% attualità
16% socialità
NARDO' (LE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, il suo è probabilmente un disturbo accomodativo di natura astenopeica, è possibile che gli sforzi fisici provochino una contrazione dei muscoli ciliari che determinano una momentanea variazione del potere diottrico del cristallino che provoca sfuocamento.

cordialmente
[#2] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la sollecitudine,
il, mio è un problema che si può curare? devo intervenire in qualche modo? E'chiaro che dovrò recarmi ancora da uno specialista, ma essendomi già recato in uno dei più importanti centri a Milano e non avendo avuto alcuna soluzione cerco un consiglio. Mi permetta inoltre di esprimere la mia stima per la consulenza probono che effettuate. Sono un professionista e conosco le condizioni in cui siete costretti ad operare in ambito ospedaliero. Dietro sorrisi e rassicurazioni dei nostri politici...il peggio dovrà ancora arrivare.
[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
0% attualità
16% socialità
NARDO' (LE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Buonasera, credo che con la normalizzazione della pressione arteriosa rientreranno anche questi disturbi, se continuano faccia senz'altro una visita oculistica.
Grazie per le sue manifestazioni di stima anche a nome dei colleghi del nostro sito, riguardo al peggio futuro speriamo che non arrivi, la situazione è già abbastanza difficile così come è, ma temo di essere daccordo con lei.


Cordialmente