Utente 167XXX
Salve a tutti. Sono un ragazzo di 27 anni. Da qualche anno soffro di secchezza oculare (causa ignota dato che non sono ricorso ad alcun intervento laser o similare) e sono così costretto all'utilizzo di lacrime artificiali. Nello specifico, cominciai un primo periodo con le "Cellumed", ma ogni tanto usandole l'occhio diventava appicicaticcio, così un altro oculista mi consiglio le tsp 0,5% della Farmigea, e trovai un miglioramento. Continuo ad avere bisogno delle lacrime artificiali: soprattutto al mattino pur instillandole, dopo pochi minuti devo ripetere l'operazione poiché sento che l'occhio ne ha bisogno. La domanda è la seguente: cosa posso fare per non dover più usare le lacrime? Quali sono i passi da seguire? Sono a conoscenza che è possibile chiudere con dei tappi di silicone i puntini lacrimali (punctum plugs); è questa la strada che mi conviene percorrere dato che la sintomatologia persiste da anni, anche con il conseguente costo da sostenere per l'acquisto delle lacrime? (due confezioni in media al mese, cioè 28 euro). Ci sono altre strade? Spero di aver esposto in maniera esaustiva il caso e di ricevere utili suggerimenti. Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
4% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, in casi come il suo le soluzioni vanno ricercate ad personam stabilendo il tipo di sostituto lacrimale più confortevole, i punctum plugs possono rappresentare una soluzione al problema, ma deve provare.

cordialmente
[#2] dopo  
167498

dal 2012
La ringrazio, dottore. Parlerò con l'oculista di questa possibilità.
[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
4% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
mi faccia sapere.

cordialità