Utente 901XXX
salve gentilissimo/i dott/ri, innanzitutto vi ringrazio anticipatamente della vostra disponibilita', vengo alla domanda:mi capita ogni volta che dopo aver pranzato, se ho la possibilita' (magari perche' quel giorno non lavoro) di dormire 2 o 3 ore, al risveglio di avere i battiti accellerati e mi sento agitato,il disturbo dura un 10- 20 minuti dopodiche' i battiti rallentano gradualmente e proprio mentre stanno diminuendo i battiti sento come se non avessi digerito,una specie di reflusso che arriva fino in gola.naturalmente se non dormo o al risveglio mattutino cio' non accade,da cosa puo' dipendere? devo preoccuparmi e prendere provvedimenti per questo problema o posso stare tranquillo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È possibile che lei abbia un reflusso esofageo , un ernia natale che tipicamente si manifestano a stomaco pieno quando ci si sdraia.
Si accompagna spesso a tachicardia o palpitazioni...e da reflusso..appunto.
CordiLta
Cecchini
www.cecchinicuore.org