Utente 182XXX
Gentili medici, dopo circa due mesi mi rifaccio vivo;nel frattempo ho svolto diverse analisi e controlli per un problema di eiaculazione precoce, che hanno escluso problemi organici. Purtroppo, causa impegni levorativi e distanza della sede lavorativa dalla località di residenza, non ho potuto sottopormi a tutte le analisi in tempi celeri, ma ho dovuto dilazionare. Nel frattempo, mentre svolgevo questi controlli, l'andrologo mi ha prescritto il cialis, basso dosaggio per un mese per contrastare le mie cadute di erezione e per darmi un pò di fiducia; ma i risultati non sono cambiati granchè, per quanto concerne l'ansia da prestazione e l'eiaculazione. Assunzione sospesa ai primi di gennaio. In conclusione, dopo l'ultimo incontro con l'andrologo, col quale ho iniziato il percorso, constatata l'assenza di problemi fisiologici, ci siamo spostati sui fattori psicologici. La sua proposta è stata di passare ad un'approccio psicoterapeutico, mi ha consigliato uno specialista del settore, col quale ho avuto un primo contatto, e nel mentre mi ha proposto di assumere un ssri a basso dosaggio giornaliero, per un mese, per contrastare la forte ansia da prestazione che mi condiziona nel frangente dei rapporti sessuali e sfruttarne anche gli effetti inibitori dell'eiaculazione; ciò dovrebbe aiutarmi anche a riprendere il controllo sul meccanismo fisico che la regola e ridarmi fiducia. Gentili medici, per il momento, ho soprasseduto, perchè volevo rifletterci: ho un certo timore, non della psicoterapia, ma di questi farmaci, anche se mi ha spiegato che l'uso andrologico è diverso da quello psichiatrico. Prima di ritornare dal medico, vorrei sentire anche i vostri pareri e sapere in quali dosaggi eventualmente vanno assunti tali farmaci, questo per avere un termine di paragone.
Vi ringrazio cordialmente, saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Segua le indicazioni ricevute!

Sui dosaggi poi si ricordi che solo il suo andrologo, che ha potuto valutarla in diretta, le potrà indicare il farmaco inibitore selettivo della ricaptazione della Serotonina più mirato e di conseguenza i relativi dosaggi che sono sempre di molto inferiori a quelli indicati per il problema psichiatrico per cui hanno l'indicazione.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio sentitamente dottor Beretta per i consigli ricevuti. Seguirò le indicazioni del medico curante.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se lo ritiene utile, comunque ci aggiorni sulla sua particolare situazione clinica.