Utente 221XXX
Egregi dott.ri vi scrivo per chiedervi un consulto,in seguito ad un' incidente avvenuto nel dicembre del scorso anno ho riportato una microfrattura allo sterno.Ancora oggi ho dei grossi dolori e quando mi muovo sento come se sotto lo sterno avessi delle spine.Sono passati parecchi mesi è possibile che io abbia ancora questi dolori?Il mio medico dice che è normale ma quasi ogni mattina mi sveglio con dei dolori atroci.Cosa posso fare?Vi ringrazio.
[#1] dopo  
45533

Cancellato nel 2013
Purtroppo i dolori toracici hanno la cattiva abitudine di perdurare anche per parecchi mesi (la gabbia toracica è in continuo movimento).
E' comunque utile che lei esegua un esame radiologico standard del torace in due proiezioni (postero-anteriore e latero laterale), per visualizzare lo stato della pregressa frattura sternale e delle strutture sottostanti.
Auguri
L.Mosillo
[#2] dopo  
Dr. Angelo Morelli
16% attività
0% attualità
0% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2007
In effetti le fratture o microfratture sternali sono molto dolorose ed i dolori possono perdurare per molti mesi se non addirittura qualche anno. Se abita vicino al ns.Istituto potrei vederla con una Rxgrafia del torace in duplice proiezione.
Cordialità
Angelo Morelli
[#3] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2006
Salve dott.re Morelli, sono poassati due anni dall' ultima volta che vi avevo scritto con la speranza che il dolore allo sterno non si presentasse più. Invece è già da più di una settimana che sento come uno scrocchio all' interno e dolore a volte fitte.Il mio medico dice che anche se faccio i Rx non servono a nulla perchè comunque sono dolori che avro' per tutta la vita, ma io sono preoccupata e le chiedo come posso contattarla per fare una visita da Lei.Se mi faccio fare l' impegnativa immagino che dovrò aspettare mesi per fare i rx...voi siete all' ospedale di Udine o in una clinica privata? La ringrazio della disponibilità e attendo una sua risposta. Cordialmente.
[#4] dopo  
Dr. Angelo Morelli
16% attività
0% attualità
0% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2007
Nessun problema per vederla presso il ns.ambulatorio istituzionale. Non credo ci siano problemi per ev.liste d'attesa. La prego contattare il n.tel.seguente 0432 554069 per fissare l'appuntamento. Eventuali accertamenti potremmo eseguirli in regime di DH.
Grazie e a presto
Angelo Morelli
[#5] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2006
Egregio Dr. Morelli in seguito ai dolori allo sterno ho avuto altri problemi per i quali sto aspettando di vedere se è il caso che faccia dei rx o aspetti prima di capire cosa posso avere. Le copio e incollo l' ultima richiesta che ho fatto magari Lei può suggerirmi se è il caso che faccia i Rx o se devo fare altri esami.

Egregi dott.ri 2 settimane fa ho incominciato con un dolore molto forte allo sterno (dove 2 anni fa in un incidente stradale ho provocato una microfrattura), ho pensato fosse per il cambiamento del tempo e non ci ho dato peso. Poi dopo alcuni giorni ha incominciato a farmi male anche il braccio sx e la gamba sx, un dolore dentro come quando si ha la febbre alta.Preoccupata sono andata al Pronto Soccorso dove mi hanno fatto un ECG ( Freq.Vent 102 BPM, int PR 124 ms, dur QRS 94 ma,QT/QTc 322/381 ms,Assi P-R-T 68 81 61 ) e gli esami del sangue, emocromo e formula, esami chimico clinici/sierici e troponina, tutto nella norma. il giorno dopo Incominciano a farmi male anche la gamba dx e il braccio dx, brividi di freddo, stanchezza...avevo 38.5 di febbre. Così ho pensato che poteva essere una semplice influenza. Ora sono passati 10 giorni ma oltre ad avere ancora dolori articolari ho una febbricola che si aggira attorno ai 37.4(la sera dopo cena)! Mi devo preoccupare? Cosa puo essere? Non ho mai avuto dolori alle articolazioni per un tempo così prolungato ma se gli esami che mi hanno fatto in PS sono nella norma posso stare tranquilla o dovrei fare degli esami più specifici?Inoltre mi fa male soprattutto lo sterno ma anche se facessi dei rx penso che non potrebbero farmi nulla ugualmente.Vi ringrazio anticipatamente per la Vs disponibilità.