Utente 162XXX
Buongiorno Dottori, non so se questa sia la sezione giusta per porvi la mia situazione.

Per un problema alla zona pelvica che mi porto avanti da qualche mese mi sono state prescritte delle iniezioni di Necitile.
Qualche mese fa invece mi è stato prescritto un antibiotico (Nebicina) sempre per via intramuscolare.
In entrambi i casi ho avuto una forte reazione già alla prima fiala e per questo ho dovuto sospenderli.
Gi effetti sono pressocchè immediati (5/10 secondi dall'iniezione): giramento di testa, stordimento, ronzio e otturaamento alle orecchie che poi regrediscono completamente in alcune ore.
Dopo il primo episodio ho associato la reazione indesiderata al farmaco. Infatti, essendomi recato al pronto soccorso, gli stessi medici mi dissero si trattasse di un farmaco molto pesante che può causare questo tipo di complicazioni.
Nel secondo caso però, credo si tratti di un farmaco più leggero.
Il mio dubbio quindi riguarda il fatto che io possa essere "intollerante" ad ogni tipo di iniezione.

Esiste questa sorta di "allergia"? Devo preoccuparmi o semplicemente evitare le iniezioni?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sandro Morelli
28% attività
4% attualità
16% socialità
VELLETRI (RM)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Di solito si è allergici ad un solo farmaco e semmai al gruppo di appartenenza di qual farmaco. Però è da tenere in considerazione anche l'eccipiente, come per esempio la lidocaina contenuta nella fiala che le industrie mettono per non far sentire il dolore del liquido. Per cui con buona pazienza, insieme al proprio medico curante, scoprirete l'eventuale analogia tra i due farmaci.
[#2] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, mi sembra di capire che alla fine della sua missiva lei ci chieda anche se può essere "intollerante" alle iniezioni in genere. Messa in questi termini non credo, in quanto si tratterebbe di una reazione (emotiva?) ad un fatto meccanico e non di una allergia ad un farmaco o sostanza che dir si voglia: ma prima non aveva mai fatto iniezioni? E' certo comunque che sia opportuno indagare e comunque evitare in futuro quei farmaci.
Un saluto
[#3] dopo  
Utente 162XXX

Iscritto dal 2010
Gentili Dottori, grazie per le veloci risposte!

Per il Dott. Morelli: come posso scoprire se e a quale eccipiente sono realmente allergico? Esistono delle prove specifiche?

Per la Dr.ssa Martin: seppure si trattasse di una reazione emotiva (sono una persona abbastanza ansiosa) gli effetti sarebbero così palesi, immediati e simili nei due casi?
[#4] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, ragionando per pura e semplice ipotesi, in entrambi i casi, e senza considerare i farmaci, si è trattato di iniezioni, quindi medesima procedura e stessa reazione: potrebbe anche trattarsi di un fenomeno emotivo, quindi ne parli al suo medico come aspetto da considerare insieme alla possibile reazione allergica da studiare a cura di un Centro di Allergologia.
Un saluto