Utente 193XXX

Salve a tutti!!!
Scrivo per chiedere un consulto circa la necessità, o meno, di effettuare una circoncisione.
Premetto che ho una curvatura del pene congenita lieve verso il basso che non mi da più alcun problema erettile o di tipo psichico ma che invece penso sia, forse, alla base del mio problema.
Infatti, il mio pene, per effetto della curvatura, ha una forma leggermente piu larga nella zona centrale.
Nel mio caso, quando il pene non è in erezione, il prepuzio riesce tranquillamente a scoprire il glande.
Il problema nasce quando il pene è in erezione, infatti in questo caso il prepuzio scopre fino alla metà del glande. Scoprire totalmente il glande, nel mio caso, comporta la formazione di un anello di carne che non mi da dolore ma che costringe l'uretra rendendo difficile la minzione e l'eiaculazione.
Tengo a precisare che, anche senza scoprire completamente il glande, in erezione, ho lievi difficoltà ad orinare.
Vorrei, infine, chiedervi se gli eventuali esami clinici per fare un operazione del genere (qualora sia, per voi necessaria)sono dolorosi, in quanto, a causa della patologia del pene curvo congenito, sono stato sottoposto a diversi esami uno dei quali particolarmente doloroso che gradirei non ripetere :-).

Grazie infinitamente per le vostre risposte.



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la diagnosi di fimosi si va guardando direttamnte, senza alcun tipo di esame spesso un pene curvo è associato a fimosi. Per cui basa una occhiata da esperto collega.