Utente 194XXX
Salve! Ogni volta che inizio a baciare una ragazza, il pene mi diventa immediatamente duro e dopo un po', anzi pochissimo, inizia ad uscire il liquido pre eiaculatore a tal punto da bagnare tutte le mutande. Poi quando inizio a penetrare, continua ad uscire e ne esce quasi quanto un vero e proprio orgasmo.. Come mai accade tutto questo?? Ci sarebbe un rimedio concreto?? Io sono affetto da una fimosi serrata e tra poco più di un mese, subirò un intervento di circoncisione per risolvere il problema.. La fimosi può essere collegata alla perdita del liquido? La perdita avviene anche quando mi masturbo o mi eccito.. Vi ringrazio in anticipo :)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Nessun collegamento diretto tra la presenza di una fimosi e un liquido pre-eiaculatorio abbondante .

Quest'ultimo problema può in alcuni casi comunque indicarci un problema infiammatorio a livello delle vie uro-seminali.

Ora senta in diretta il suo medico curante e a ruota un esperto andrologo.
[#2] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Dopo l'intervento di circoncisione, mi occuperò di questo problema. Vorrei porle un'altra domanda: è possibile fare sesso con una fimosi serrata?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se il prepuzio non scende e non stringe o "strozza" il glande, il rapporto è più che possibile.
[#4] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Sì infatti è stato possibile senza particolari problemi.. Però si è spaccata un po' di pellicinina biancastra e quando urino, mi brucia.. Cmq grazie per le sue risposte :)
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene questo è un altro motivo per sentire in diretta un esperto andrologo.

Infatti, vista la sua "giovane" età, approfitti di questi "disturbi", per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente ,alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Un cordiale saluto.