Utente 167XXX
Gentili dottori,
ho 33 anni e una vita sessuale attiva con la mia compagna. Abbiamo avuto l'ultimo rapporto domenica scorsa e oggi, mercoledì, ho notato la comparsa di vene leggermente ingrossate sul glande, appena percettibili a riposo, più pronunciate durante l'erezione. Mi sono preoccupato e prenoterò una visita il prima possibile, ma volevo intanto sapere cosa potrebbe essere. Potrebbe essere un trauma conseguente al rapporto? In questo caso può passare da solo dopo un pò? In mancanza di dolore si può escludere che si tratti di una trombosi? Inoltre volevo sapere se in questi casi dovrei prenotare una visita dall'andrologo o dal dermovenereologo.
Grazie, cordialmente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
entrambi gli specialisti sono competenti per tale materia.In via del tutto ipotetica il problema da lei lamentato a carico delle vene alla base del glande potrebbe essere un banale inturgidimente dovuto alla azione traumatico-compressiva del rapporto,autorisolutivo anche se andrebbe fatta una valutazione più ampia per escludere altre ipotesi.
Produca la visita .
cordialità
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Ho dimenticato di dire che sono affetto da varicocele al testicolo sinistro (diagnosticato all'età di 12 anni). Questo problema potrebbe essere in qualche modo collegato?
Grazie.
Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Direi proprio di no. Non si ravvisano correlazioni, certamente per quanto ci è dato valutare con i dati forniti.
Comunque potrebbe essere utile la visita per una precisazione diagnostica
Cordialità