Utente 386XXX
Salve dottore
Ho 27 anni e da qualche mese dopo un'attività sessuale ma sopratutto dopo la masturbazione mi accorgo che la pelle del mio pene è come se fosse secca, si presenta leggermente bianca e spellata e si formano come delle piccole spaccature della pelle tra le pieghe della pelle. Tutto questo sull'asta del pene (perdoni i termini per niente scientifici). Sono andato dal medico, lui mi ha detto che era tutto ok, effettivamente sembrava così, perchè come ho detto tutto ciò succede solo dopo un'attività sessuale, mi ha dato però una polvere, che credo sia una polvere contro i funghi, il distubo però continua a ripresentarsi. Secondo lei cosa potrebbe essere?
Grazie.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro ragazzo,
senza una visita è difficile dirlo, è possibile che tale situazione sia stata causata dall'attività sessuale, le consiglio di lavare bene con un sapone neutro ed usare una crema a base di vitamina E
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

una delle prime cose che i miei vecchi Maestri mi hanno insegnato a "sfatare" sempre, cita :

"non tutto ciò che è bianco sulla pelle è fungo.."
e quanto è valida questa affermazione, se non altro per le innumerevoli e svariate patologie dermato-venereologiche di tutti i tipi (infettive, non infettive acute e croniche, talvolta putroppo anche neoplastiche) che ho visto trattare come "FUNGHI".

La cosa che non comprendo dalla sua trattazione è questa :
se un Medico conclude una diagnosi con un "non è nulla", perchè allora prescrive una terapia topica ANTIMICOTICA ?

Sappia - e spero le valga ad orientarsi al meglio - che la situazione che descrive, seppur limitatamente alla sede teleamtica - quindi non vincolante né diagnostica, è fortemente compatibile (quindi necessario escluderlo) con un caso di LICHEN SCLEROSUS INCIPIENTE, ovvero una forma iniziale di una dermatosi muco-cutanea cronicizzante che deve essere curata il prima possibile.

Questo non per ingenerare ansie infondate, così come per non sottovalutare (come spesso capita in queste frequenti condizioni - e non si sà perchè..) situazioni che hanno la potenzialità di peggiorare e diventare problemi ben più seri.

Il LS rientra proprio come le restanti patologie in situazioni identificabili, stadiabili e soprattutto curabili in termini medici.

Le consiglio pertanto, prima di reperire le tante storie telematiche che troverà su questa patologia (molte rispondenti più alle favole che alla verità) di programmare la visita con lo specialsita esperto di cute e mucose genitali, lo Specialista Venereologo, appunto.

carissimi saluti.
DOTT. LUIGI LAINO
SPECIALISTA VENEREOLOGO,
MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI, ROMA
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
concordo con il collega Laino