Utente 134XXX
Gentilissimi Dottori,
vorrei un vostro parere sulla lipoproteina a.
Sono un 45enne affetto da cardiopatia ischemica con ima nel 2007, fatta angioplastica ma nel 2009 una restenosi ha chiuso lo stent provocando la chiusura totale della coronaria destra, attualmente servita da circolo collaterale.
Faccio esami di routine perche soffro di dislipidemia, nelle ultime ho un valore elevato di lipoproteina a = a 150. Alcuni Cardiologi mi hanno detto che questo valore indica il potenziale rischio di infarto ma di non preoccuparmi.
Altri di preoccuparmi. Mi sapete dire se è un valore a rischio e cosa dovrei fare?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la lipoprotina a rappresenta, in base agli ultimi studi, un nuovo fattore di rischio per patologie cardiovascolari, in particolar modo per la cardiopatia ischemica, ma attualmente ancora non si è riusciti a trovare una adeguata terapia farmacologica per ridurre validamente i suoi valori. Ultimamente un buon riscontro è stato dato dall'utilizzo della L-carnitina, una sostanza utilizzata come integratore alimentare a funzione cardioprotettiva. Ne parli con il suo cardiologo di fiducia. Saluti
[#2] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dottore, ma è stato il mio cardiologo a dirmi di non preoccuparmi perchè è un valore normale per uno che ha avuto un'occlusione coronarica. Mentre il mio medico di base ritiene che è un valore preoccupante da non sottovalutare.
Secondo lei ad un alto valore di lipoproteina a che tipo di significato si puo dare?
Grazie.