Utente 108XXX
Gentili Dottori,
sono un ragazzo di 23 anni e vorrei esporvi la mia situazione, che ultimamente mi sta dando una certa ansia. Nel corso dell'ultimo anno sono accaduti diversi fatti, che adesso vi vado ad elencare.

-peggioramento della miopia di 0.50 gradi per occhio
-insorgenza di esoforia
-insorgenza di miodesopsie e fosfeni
-ho avuto dolori (sopportabili senza farmaci) nell'incavo della mandibola a dx
-spesso mi capita di sentire un forte ed improvviso bisogno di andare ad urinare, anche più volte al giorno. Tengo a precisare che ho iniziato a bere più che in passato (ora non bevo mai meno di 2LT al gg) ma la reazione mi è sembrata comunque eccessiva dato che talvolta devo letteralmente precipitarmi al bagno.
-talvolta mi capita come di sentire la testa andare "sotto pressione", sento tutto come "ovattato", la sensazione dura qualche secondo poi scompare.
-a volte (raramente) mi capita di "impappinarmi" nel parlare, ma questo mi rendo conto che potrebbe essere solo un fattore emotivo.
-a volte avverto un senso di stanchezza, ma questo potrebbe essere dovuto al fatto che dormo a orari sballati. Per il resto pratico molta attività sportiva, anche intensa e non ho notato particolari cambiamenti nel mio rendimento.
-a giorni, certi muscoli mi "scattano" da soli. Quando parte a scattare un muscolo scatta sempre lo stesso, a volte per qualche minuto, a volte, a più riprese, anche per giorni. Poi smette e la volta successiva tocca a un muscolo diverso.
-avverto a volte dei formicolii che coinvolgono in particolare le ultime due dita dei piedi (capita a volte a uno, a volte all'altro piede e a volte anche insieme). Questo sintomo l'ho notato di recente e non ricordo se l'ho avuto in passato e magari non gli ho dato peso.

è stato proprio quest'ultimo sintomo a farmi scattare il "campanello d'allarme". Quando infatti ho cercato informazioni su internet sono finito a leggere della SM e lì mi sono spaventato quando ho letto che altri sintomi di questa malattia erano per lo meno simili ai miei, almeno agli occhi di un non esperto come me. Vi ho fatto un quadro il più ampio possibile, così che possiate per lo meno suggerirmi se fare una visita neurologica o se devo stare assolutamente tranquillo.
Vi informo inoltre che a Febbraio 2010 ho effettuato in seguito ad incidente stradale un'EMG, che risultò negativa. Mi furono inseriti aghi nella mano e nella spalla ma non in altre zone del corpo, quindi non so quanto l'esame sia stato completo. All'epoca comunque già la quasi totalità degli eventi di cui ho detto sopra si era verificata.
Aspetto Vostre risposte. Grazie per l'attenzione,
C.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dalla Sua descrizione i sintomi che a Lei creano allarme mi sembrano che possano essere più di origine psicologica che organica, è solo una mia impressione. L'EMG è stato effettuato agli arti superiori e non sono stati indagati quelli inferiori dove Lei avverte le parestesie. Per Sua tranquillità però una visita neurologica la riterrei opportuna, altrimenti rischia di restare col "tarlo" in testa.
Stia sereno

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dottore, seguirò il consiglio e ne farò una quanto prima. Un saluto,
C.
[#3] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore, le riscrivo dopo qualche mese. Come consigliato ho effettuato visita neurologica. Secondo il dottore, che mi ha fatto una breve visita su un lettino, facendomi fare determinati movimenti con braccia e gambe, è tutto ok e non c'è nulla di rilevante dal punto di vista neurologico. Mi ha comunque consigliato di fare delle analisi del sangue per vedere alcuni valori, tra cui la creatinchinasi, uscita alta (260). A distanza di tempo continuo ad avvertire in particolar modo i tremori muscolari, che migrano di muscolo in muscolo, da muscoli grandi a muscoli piccoli come il labbro per esempio. I formicolii continuano sempre con la stessa modalità: solo da seduto e non di frequente. Diciamo che adesso il fastidio maggiore è dunque dato dai tremori che si verificano quasi quotidianamente in varie parti del corpo e allo stesso modo: un muscolo inizia a tremare e lo fa a tratti, fino a quando smette e dopo un po' di tempo (che può essere anche un giorno intero o più) inizia un altro. Cosa mi consiglia di fare adesso? Grazie e saluti!
C.
[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'aumento della CPK, comunque lieve, si può giustificare con l'attività fisica. Questo enzima converrebbe dosarlo dopo alcuni giorni di riposo, se possibile. Cosa fare? Questo avrebbe dovuto dirglielo il neurologo. Alcune ipotesi sono quella ansiosa o quella di un'ipereccitabilità neuromuscolare. Ha eseguito pure il dosaggio degli elettroliti nel sangue (sodio, potassio, calcio, magnesio)?

Cordialmente
[#5] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
il neurologo sì, mi ha fatto controllare anche gli elettroliti e tutti e quattro i valori rientrano nella norma. Gli unici valori fuori norma sono, a parte la CPK, il colesterolo un po' basso a 126 (lo trovo quasi sempre basso ai controlli) e l'acido folico, appena sotto a 2.9. Cosa mi consiglia adesso? Di tornare dal neurologo? Magari un altro? A me non interessa sapere perchè mi tremano i muscoli e le palpebre, mi interessa solo essere sicuro di non avere malattie demielinizzanti e sinceramente parlando, da leggero ipocondriaco quale sono, il tarlo mi balena nella testa, non capisco più se sono i sintomi a farmi avere paura o la paura a farmi avere i sintomi e al contempo non vorrei che questa mia paura confessata possa portare i medici a pensare che derivi tutto dall'ansia. Grazie ancora Dottore. Aspetto Sue indicazioni. Saluti,
C.