Utente 880XXX
Carissimi dottori, ho una domanda che mi affligge psicologicamente: il mio pene misura di lunghezza quasi 17 cm, ma a me interessa sapere una cosa sulla circonferenza: a metà asta misura 12 cm e alla base 13cm...volevo chiedere se sono nella norma e quale delle due misure devo scegliere:cioè il pene va misurato a metà asta o alla base?vorrei un chiarimento perchè riguardo alla circonferenza, sul web si fa molta confusione e una volte per tutte desidererei che fosse fatta chiarezza. Vi ringrazio anticipatamente per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,aldila' delle modalita' di misurazioni dei parametri longitudinali e circonferenziali del Suo pene,Le chiederei notizie sull'indice di gradimento delle Sue eventuali partners.Non giova soffermarsi sul medesimo problema e chiedere lumi alla rete.Attenzione ai millantatori.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 880XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per il suo intervento...però non ha risposto alla mia domanda!cmq per quanto riguarda le mie partner, non ho mai avuto nessun lamento, è più una fissa che ho preso io, per questo ho deciso di consultarvi!Vi prego di rispondermi e di chiarirmi se sono normale e se con le mie misure posso dare piacere alle mie partner così come possono darlo persone con una circonferenza maggiore.Infatti mi chiedo: quanto influisce la circonferenza?c'è differenza tra una persona che l'abbia di 12 cm e una con 14 cm ad esempio?lei poi nella domanda ha parlato di "problema"...è un problema davvero quello che ho io?può essere un po' più chiaro?come ultima cosa vi chiedo: che intendeva dire quando ha parlato di millantatori?scusi per le mie tante domande....sono sicuro che risponderà e mi chiarirà il tutto.In attesa di una risposta le auguro una buona giornata!
[#3] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Anche lei per verità non mi sembra molto chiaro:infatti non precisa se le sue misure sono a pene flaccido,a pene flaccido stirato o a pene eretto.Abitualmente la circonferenza viene misurata per convenzione a metà asta,anche perchè essa può variare ai vari livelli (in genere è maggiore alla base).Comunque le sue misure,almeno per come si possono interpretare,sono assolutamente normali;il grado di soddisfazione nel rapporto non è legato soltanto alle misure ma a tutta una serie di parametri di tipo funzionale e anche emozionale.Credo lei abbia bisogno di imparare meglio che cosa è la sessualità intesa in modo pieno e appagante anche attraverso la consulenza di un sessuologo.
[#4] dopo  
Utente 880XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la risposta..le mie sono dimensioni a pene eretto...comunque mi interessava sapere se ai fini della soddisfazione delle mie partner(per stimolare il punto g e farle arrivare all'orgasmo vaginale), sia fondamentale la larghezza...cioè 12 cm possono bastare?
[#5] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Certamente 12 cm sono assolutamente sufficienti anche considerando che nella fase di eccitazione la vagine si stringe sul pene che la penetra;pertanto una volta fatta salve la durata e la qualità della erezione può essere sicuro di regalare meravigliosi orgasmi alle sue partners.
[#6] dopo  
Utente 880XXX

Iscritto dal 2008
caro dottore la ringrazio della sua risposta...ora per ultimo mi chiedo: se durante il rapporto perdo un po' la qualità dell'erezione e perdo 1 o 2 cm di circonferenza mentre sto penetrando la mia partner, posso lo stesso farla arrivare all'orgasmo vaginale?è l'ultima cosa che le chiedo...grazie per la sua disponibilità
[#7] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi associo ai colleghi andrologi nella risposta.
Mi dispiace deluderla, ma non esiste nessun punto g e nessun orgasmo vaginale.
Il famigerato punto g, dalla dubbia esistenza, sarebbe una reminiscenza ontogenetica dell'uretra maschile,non responsabile di particolari risposte orgasmiche.
Per quanto riguarda la datata distinzione tra orgasmo vaginale e clitorideo, legga , se lo desidera il mio seguente articolo
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/150/Orgasmo-femminile-vaginale-o-clitorideo
Inoltre la risposta orgasmica femminile non è dimensioni del pene-correlata, ma ambiente, relazione, desiderio, immaginario...e, tanto altro.
Chieda una consulenza psico-sessuologica, le garantirà un approccio pià ampio alla sfera della sessualità.
Saluti
[#8] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Lei è troppo preoccupato e rischia di rovinare la sua sessualità.Stia sereno in quanto,come le ho già detto,l'orgasmo non è questione di cm ma di eccitazione reciproca e di sintonia delle emozioni.Se pensa di aver bisogno di un supporto per le sue problematiche si rivolga ad un andrologo che saprà consigliarla per aiutarla a superare questa fase un pò delicata.