Utente 194XXX
La mia pressione che normalmente era 80/130 ogni tanto fa le bizze ed arriva a 110/170 ed io sto abbastanza male. Curo la pressione dal 1985 quando precocemente è iniziata la menopausa e sotto stretto controllo medico ho fatto terapia sostitutiva fino al 2000 , assumendo nel contempo ENAPREN 5 mmg. Nel 2002 sono stata operata per carcinoma mammario fortunatamente al primo stadio ma, per precauzione sono stata sottoposta a chemioterapia che,dopo tre sedute ho dovuto sospendere perchè stavo malissimo.Da allora non tollero più nessun farmaco. Ultimamente il diuretico MODURETIC 5 mg mi ha provocato emorragie oculari, ENAPREN 5m che ho poi iniziato ad assumere dopo 4 mesi mi ha dato appanamento alla vista,tanto da non poter sostituire le lenti in uso,AMLOPIDINA 5m, mal di stomaco e nausea,sostituito con CATAPRESAN TTS-1 che invece miha provocato ustioni allergiche e in ultimo QUINAPRIL MG 20mg mi ha causato edema vascolare.Sono appena tornata da una visita alla GUARDIA MEDICA,essendo sabato,che ha diagnosticato questo ultimo disturbo dopo solo 3 pastiglie.
Desidererei sapere se questi disturbi possono essere dovuti al mio stomaco allungato e quindi alla permanenza in esso di tali farmaci nello stomaco più a lungo del dovuto? Esistono per la pressione i farmaci anticolinergici come mi ha accennato il medico della GUARDIA MEDICA' Cosa posso fare? GRAZIE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
sono convinto che la forma del Suo stomaco non abbia alcuna responsabilità per la comparsa degli effetti collaterali che riferisce.
Vi sono numerose alternative farmacologiche per il trattamento della Sua ipertensione arteriosa, ed il Suo cardiologo di fiducia saprà certamente consigliarLe per il meglio, considerando la dimostrata ipersensibilità ai farmaci già prescritti.
Infine, gli anticolinergici non hanno assolutamente indicazione per il trattamento dell'ipertensione arteriosa: evidentemente c'è stato un equivoco con il collega della guardia medica.
Cordiali saluti