Utente 467XXX
Buon giorno ho 32 anni e da quando ho iniziato una relazione circa 6 mesi con la mia attuale ragazza, ci siamo accorti che durante i rapporti c'è una parziale o a volte totale perdita dell'erezione che nella fase preliminare invece esiste ed è consistente.
In pratica non riesco a mantenerla se non tramite stimolazione manuale od orale. Può essere un problema di concentrazione mio, una cosa fisica oppure di natura psicolgica? Premetto che con questa ragazza c'è un coinvolgimento emotivo e sentimentale che prima non c'era mai stato nelle mie prexcedenti relazioni.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Per poterLe rispondere esaurientemente ,necessita una visita urologica e per l'anamnesi(dibete etc.) e per la necessità di eventualmente richiederLe gli accertamenti necessari.
Non le consiglio di procrastinare tale visita onde non innescare meccanismi psicologici di autostima pre rapporto.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
credo che una visita sessuologica sia quanto meno dirimente nell'ottica trattamentale perchè in prima battuta pare che il "meccanismo" erettivo sia efficente in determinati contesti (rapporti orali e manuali) ma deficitario in altri (durante il coito).
Pertanto è opportuno un approfondimento psicosessuologico da integrare con eventuali esami specifici. Si rivolga ad un medico esperto in tal senso.
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente, alla vista la sua età e visto la conparasa improvvisa di tale sintomatologia si potrebbe pensare ad un problema di tipo psicologico, ovviamente prima di escludere altre cause e dare un terapia appropiata è opportuno sottoporsi a visita urologica.
cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
a volte un eccessivo "coinvolgimento di tipo emotivo e sentimentale" può giocare brutti scherzi. Cerchi di recuperare l'aspetto gioioso e ludico che ha una normale relazione sentimentale e vedrà che le cose dovrebbero migliorare. Se questo non succede bisogna poi consultare un esperto andrologo .
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo con il collega Beretta
se nota che i disturbi continuano sarà meglio rivolgersi da un andrologo di fiducia
[#6] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
effettivamente avere l'erezione in certi momenti e non averla in altri ci fa pensare.

Escludiamo per sicurezza problemi medici attraverso una necessaria valutazione andrologica. Successivamente seguirei la pista psicologica, e non perderei tanto tempo, vista la sofferenza che lei descrive.

Da uomo le dico di non sottovalutare la componente emotiva legata alla sessualità, soprattutto a fini preventivi

Cordialmente

Daniel Bulla

dbulla@libero.it
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Concordo in pieno con la posizione del collega Bulla.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org