Utente 799XXX
Gentili Dottori,
sono la mamma di un bambino di 15 mesi che da circa 1 mese e mezzo ha una tosse grassa persistente. Ha avuto due episodi febbrili importanti, con febbre a 39° per tre giorni consecutivi e ha preso 2 antibiotici diversi (Zitromax la prima volta e Augumentin la seconda a poca distanza l'uno dall'altro) sotto consiglio della pediatra. Adesso il bambino è nuovamente peggiorato e dopo una settimana di Nurofen per 2 volte al giorno gli è venuta la febbre. Alla visita pediatrica la dottoressa mi ha prescritto nuovamente l'antibiotico, trovandogli la gola arrossata. Dopo 2 giorni di cura, il piccolo non dà segni di miglioramento, se non che la febbre è sparita, ma la tosse grassa rimane e lo sveglia di continuo, spesso provocandogli il vomito. Dalla nascita non ha sofferto di nulla, se non una sospetta reazione alla seconda dose del vaccino obbligatorio, che gli ha comportato una bronchite che è rientrata abbastanza presto, con il cortisone e l'antibiotico. La mia domanda, però, è questa: può trattarsi di un fattore allergico? ho notato che fa più tosse quando è vicino ai paid in pile:è solo una sfortunata coincidenza o esiste realmente una allergia al pile?
Grazie per la risposta!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
No, è sicuramente solo una coincidenza non esiste una relazione con allergia. Penso che si tratti di una forma infettiva che bisogna prendere a cura. Se dovesse persistere si possono fare i test per gli acari della polvere ma i sintomi non sono tipici.
Cordiali saluti