Utente 194XXX
Salve a tutti i medici! Ho 22 anni. Mi hanno prescritto e che ho fatto, delle analisi del sangue con esito negativo: tutti i valori in norma!!! Ora volevo chiederevi perchè nelle analisi oltre al cromosomo completo, mi hanno anche prescritto:

Glicemia
Azotemia
Creatininemia
Quadro proteico elettroforet
Dos. catene legg. sieriche

???

Premetto che queste analisi mi sono state prescritte per poter fare una risonanza magnetia con contrasto all'addome superiore [precisamente alle ghiandole surrenali] e che ho fatto, risultando negativo!

Ho pensato che fosse per verificare tipo allergie o altro!!!

CONCRETAMENTE, cosa si evidenzia con i suddetti parametri d'analisi, ovvero Glicemia, Azotemia e gli altri???

Valuta ospedale

[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente,

La Glicemia può indagare diversi metabolismi ma in pratica il suo uso principale, se usato come screening, è quello di cercare un diabete mellito o una ridotta tolleranza. L'Azotemia e la Creatininemia sono indici rispettivamente di funzione epatica e renale anche se, combinati insieme, possono dare ulteriori ragguagli specialmente sul rene; inoltre l'Azotemia ci dà qualche informazione sul suo metabolismo proteico. Il Protidogramma è una specie di "metro di misura" della validità degli altri esami, dal momento che una riduzione o un aumento delle proteine può spostare il range di normalità; inoltre la presenza di un'anormale concentrazione di alcune proteine si può evidenziare proprio tramite il Protidogramma, in particolar modo nella frazione Gamma. Infine, il dosaggio delle catene leggere può mettere in evidenza dei "malfunzionamenti" di alcune cellule del midollo osseo e del sangue: la presenza di queste alterazioni costituisce una controindicazione assoluta agli esami con mezzo di contrasto dal momento che è presente un rischio di danno renale piuttosto elevato.

A margine, mi consenta di puntualizzare che le "analisi di routine" hanno un valore estremamente limitato se non si sa esattamente cosa si cerca. Dei valori fuori range di normalità non significano sempre che ci sia qualche condizione patologica, così come quelli nel range non significa necessariamente che tutto sia a posto. La differenza la fa la conoscenza del paziente, la sua collocazione in una determinata classe di rischio, le abitudini di vita, le familiarità, la presenza o meno di sintomi e segni etc.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Benissimo!!! La ringrazio infinitesimamente per la risposta!!!

Anche dalla risonanza magnetica con contrasto non è risultato nulla!!! Praticamente tutto apposto!!! Ho fatto queste analisi per poter fare la suddetta rmn e ho fatto quest'ultima perchè dalle analisi fatte in precedenze era risultato alto, il valore del cortisolo 46 su 18 che però ora a distanza di 4 mesi è sceso a 22 su 18! Sarà forse che sono sotto un periodo di FORTE ansia e annesso stress che porta e ha portato all'innalzamento dello stesso valore! Infatti, sono sotto cura minias e sto facendo dei colloqui con una psicologa!

Ad ogni modo, ancora grazie, gentilissimo!!!
[#3] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente,

Centro. In effetti la cortisolemia alterata in quei limiti non è un dato infrequente. Lo stress, tipicamente, influisce su quei valori, motivo in più per non fidarsi ciecamente delle analisi ma per usare il cervello (cosa che, sono il primo ad ammetterlo, non tutti i miei Colleghi sono motivati a fare.

Molte, moltissime richieste di investigazioni sono spinte da ansia. Nulla di male. E' però importante che, se sa fare bene il suo lavoro, il Medico di Medicina Generale chiarisca con il suo assistito che innescare un circuito di medicalizzazione è una risposta patologica e destinata a rinforzarsi nel tempo perché la soddisfazione dell'ansia è sempre di breve durata. E noi siamo tanto oberati dalle incombenze burocratiche (che non vogliamo e non abbiamo chiesto!)che a volte diventa più semplice l'atto prescrittivo che l'entrare in comunicazione con la persona che ci sta davanti. Siamo umani.

Bene la valutazione psicologica.

Auguri :)
[#4] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille!!! Spero di risolvere la questione quanto prima dato che mi hanno detto che i vari dolori che ho su varie parti del corpo sono risultato di somatizzazioni dovute appunto all'ansia, stress e sopratutto IPOCONDRIA. Ebbene si, da circa 5 mesi ho scoperto di essere un tipo fortemente ipocondriaco dopo un episodio "d'attacco d'ansia" che mi ha spinto a recarmi al pronto soccorso ma che dopo le analisi di routine e vari controlli, fra questi l'elettrocardiogramma, risultavo sano, senza alcuna patologia o minime cose! Prima di allora non avevo mai avuto nulla!!! Da quel giorno sento che ho di tutto...fa male la testa, la schiena, i polmoni, il cuore, pesantezza alle gambe, stanchezza, paure, ansia e umore sotto zero!!! Piano, piano spero di risolvere tutto!!!

A Lei grazie ancora!!!