Utente 190XXX
ho curato una prostatite per 30 giorni a base di antibiotici e oggi ho fatto una ecografia dove è risultato che ho il lobo medio della prostata aumentato di 15 mm e aggetta in vescica. sono terribilmente preoccupato. ditemi se è grave e se si risolve e se si in che modo. premetto che ho 49 anni e tutto è cominciato a seguito di un rapporto sessuale dove avevo assunto levitra in quanto negli ultimi tempi perdevo un po l'erezione forse per motivi di stress o di prostatite. l'esame del psa è nella norma circa 1,1. i sintomi sono pollachiuria e nicturia e getto urinario non molto veloce. un lobo medio aumentato di volume è risolvibile farmacologicamente? e inoltre potrebbe esssere la conseguenza dell'assunzione di levitra?
e poi vorrei capire se con il termine congestione si intende un aumento di volume o solo un accumulo di sangue. grazie per le risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la presenza di un lobo medio prostatico ipertrofico e' un'evenienza spesso presente a 50 anni ma,piu' spesso,misconosciuta.Una volta diagnosticato va curato,in prima istanza, farmacologicamente ,e non esiste alcun rapporto tra l'assunzione del vardenafil e la presenza dello stesso.Ne parli con l'uro-andrologo di riferimento.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
grazie per la tempestiva rispostsa ma vorrei che mi aiutaste a capire se la congestione determina aumento di volume prostatico o non centra nulla buon lavoro. le sarei grato se potesse indicarmi un bravo specialista nella provincia di salerno
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...come gia' detto in altro post,la congestione puo' regredire con le terapie e con corretto stile di vita ma cio' non esclude che,indipendentemente da essa,possa aversi,nel tempo,un ingrandimento della ghiandola.Ne parli con il medico di famiglia che Le sapra' indicare un bravo specialista nella Sua zona. Cordialita;.
[#4] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
ui non posso che ringraziare per le risposte avute però non capisco perchè voi medici non cercate di fare uno sforzo e capire che chi vi legge il piu delle volte trova difficoltà a seguirvi non avendo un bagaflio medicoculturale adeguato. la mia domanda era molto semplice e mi aspettavo una risposta semplice. l'infiammazione e la comgestione della prostata comportano aumento di volume? oppure no? quando mi risponderà se lo farà si ricordi che sono ignorante in materia ma avendo fatto una ecografia dove è risultata la prostata aumentata di volume volevo capire se ci sta questa possibilità
so che devo andare da un bravo urologo cosa che mi è molto difficile visto che ne ho cambiati 4 e per fare una ecografia me la sono dovuta autoprescrivere dal momento che dicevano tutti che ero giovane e che non cè nera bisogno e anche la spermiocultura e il tampone uretrale ho dovuto prescrivermi da solo per trovare le infezioni batteriche. buon lavoro
[#5] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
La congestione della prostata comporta sicuramente un aumento di volume della ghiandola che risulta alla visita rettale tipicamente gonfia,più molle del normale e talvolta dolente per una condizione di tensione che il pazinte avverte come un fastidio.Va valutato dallo specialista se lei ha un ingrossamento della prostata dovuto a semplice ipertrofia del lobo medio o ad associata congestione prostatica.
[#6] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
le sono davvero molto grato per la sua risposta dottor Fina, almeno adesso posso sperare che la cosa si risolverà pur rimanendo coi piedi per terra. buon lavoro