Utente 195XXX
Gentili dottori, ho 21 anni di costituzione magra.

L' endocrinologo mi ha prescritto dosaggi ormonali, glicemia e glicata in seguito a 2 esami del sangue( di routine) che segnalavano un valore glicemico "borderline"(?) di:

nel 2009: glicemia=97
nel 2010: glicemia=102

Avevo un nonno materno diabetico insulino dipendente, e mio padre ha una glicemia ballerina(120, 140, 130, insomma ha un diabete/intollerenza al glucosio).

Ci sono 2 cose però che non ho chiare:
1. La glicemia a digiuno, in un soggetto sano, PUO RISENTIRE della DIETA DEI GIORNI PRECEDENTI ALL'ESAME?
esempio: nei tre giorni precedenti all'esame, sono solito pranzare(pasta, carne o pesce, e qualche verdura), e ceno(zuppa, carne, verdura, frutta), però sono solito concedermi NUMEROSI(spesso anche 7-8 volte al giorno da sempre) snack durante mattinata, pomeriggio e dopo cena quali: un paio di panini, un 3-4 tazze di cereali e latte, un 2 brioches, dei biscotti, un paio di fette di pane e marmellata, una banana o altro frutto.

OVVIAMENTE il giorno prima dell'esame non tocco cibo fiscalmente dalle 22 in poi.

Pero la glicemia a digiuno puo risentirne per una persona con la mia dieta?arrivando a dei valori non diabetici, però alti??

UN ALTRA DOMANDA:
2. Qualora avessi un intolleranza al glutine e al lattosio, al mangiare questi ultimi, la glicemia salirebbe più di quanto dovrebbe? ( è una curiosità perché penso di poter avere un intolleranza verso i 2 alimenti, ma non son sicuro: faro un esame allergologico al più presto)

SICCOME SONO MAGRO DI COSTITUZIONE, e ho un metabolismo veloce, spesso mangio proprio come sopra descritto, senza ingrassare.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Eugenio Greco
40% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
1- In un soggetto normotollerante al glucosio, non vi è interferenza sul valore della glicemia da parte della dieta eseguita nei giorni precedenti l'esame.
2- Il diabete mellito tipo I è una di quelle patologie che possono essere associate alla celiachia.
Distinti saluti