Utente 564XXX
Gentili Dottori,
circa 30 mesi fà dopo 4-5 coliche mi sono stati riscontrati dei calcoli alla cistifellea formatisi in seguito ad una gravidanza. Ho cominciato da allora la cura con il deursil da 300mg (a pranzo e a cena) e l'ultima ecografia ha evidenziato soltanto la presenza di fanghiglia, probabilmente la rimanenza dei calcoli disciolti.
Vorrei sapere se è comunque necessario procedere con l'intervento o è possibile continuare con la suddetta cura che sembra stia avendo qualche effetto.
Certa di una Vs. attesa risposta, cordialmnet Vi saluto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Premesso che la decisione dovra' prenderla il Chirurgo che la operera', e non certo noi che non la conosciamo, personalmente propenderei per l'intervento, perche' i rischi restano pressoche' immutati.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Vincenzo Adamo
32% attività
0% attualità
12% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
La calcolosi della colecisti sintomatica va trattata chirurgicamente, la somministrazione di acidi biliari al fine di sciogliere i calcoli di pochi mm viene consigliata da alcuni colleghi, personalmente penso che in tal modo ci si espone a dei rischi che potrebbero superare i temporanei benefici. Cordiali saluti