Utente 118XXX
Buongiorno, un mese fa mi è stata diagnosticata una sifilide completamente asintomatica. Ho fatto un ciclo di cure di pennicillina 1 volta a settimana x 3 settimane. Ora vorrei sapere come devo gestire i miei rapporti. Nel senso il medico mi ha detto che sono guarito, ma che è meglio che metta il preservativo. Vorrei sapere se sono tanti i casi di recidive. Quanto rischio c'è che sia ancora infetto. Se è meglio che non faccia sesso finchè non me lo dice il medico. é un argomento un po' delicato so che nessuno ha la sfera di cristallo. Ma mi piacerebbe che qualcuno mi rispondesse.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Se il suo medico ha decretato la guarigione sicuramente lo avrà fatto con scienza e coscienza.

Stia quindi sereno e si affidi ai suoi dettami.

Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Se il suo medico ha decretato la guarigione sicuramente lo avrà fatto con scienza e coscienza.

Stia quindi sereno e si affidi ai suoi dettami.

Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Aggiungo che se correttamente effettuata la terapia , lei non è più contagioso dalla prima puntura di antibiotico , giacchè la lisi dei treponemi è rapida e abbatte subito la carica infettante che può passare ai liquidi biologici.
Infettività non è uguale a guarigione (e più in particolare guarigione clinica non è uguale a guarigione biologica)però il fatto che non possa più infettare è già cosa. Il resto sarebbe un lungo discorso.
Il preservativo lo metterei lo stesso però , giacchè il treponema non è l'unico microorganismo che può essere trasmesso.
Cordialità
[#4] dopo  
118506

dal 2011
Vi ringrazio, le vostre risposte mi fanno stare molto meglio. Il fatto che io non sia possa più infettare (x quanto riguarda la sifilide)è molto importante per me. Ovviamente farò i test di follow up come richiesto dal medico. A 1 a 3 a 6 a 12 mesi. Come e quando deciderà lei, con la speranza che si risolva tutto. Comunque riparlerò con il mio medico, perchè evidentemente è un punto che non mi è chiaro ed avere un gaap di questo tipo per me è un problema. Anche perchè la malattia ora come ora non dipende dai sintomi (assenti), ma dal limite alla mia relazione (affettiva) che la patologia in qualche misura mi impone. Vi ringrazio di cuore per la vostra gentilezza e accortezza.
Cordialità