Utente 186XXX
buongiorno,
dopo il mio secondo parto ho iniziato a soffrire di una serie di disturbi in parte riconducibili ad una tiroidite autoimmune scoperta in seguito.
Nei mesi successivi vista la permanenza di alcuni sintomi (debolezza muscolare, fascicolazioni diffuse, sintomi simil influenzali) ho effettuato altre indagini diagnostiche (EMG, VISITE NEUROLOGICA, VISITA REUMATOLOGICA, ANA, ENA, EMOCROMO, VES, PCR, CPK, ELETTROLITI....ED ALTRI ESAMI EMATICI). Tutto nella norma.
Premetto che io sono sempre stato un'asmatica allergica (acaro della polvere).
Chiedo se i disturbi da me lamentati possano essere riconducibili al disordine autoimmune in se' che spero prima o poi si risolva o se è il caso che io indaghi ulteriormente in altro senso?
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
I sintomi descritti non sono necessariamente espressione di patologia autoimmune ma possono rappresentare sintomi para-fisiologici.
Gli esami sono negativi e quindi escludono forme importanti.
Cordiali saluti