Utente 118XXX
Gentilissimi signori medici,da un po' di tempo ho iniziato a prendere in considerazione alcuni disturbi da me trascurati negli ultimi mesi:gocciolio post-minzionale(rinvenimento di gocce d'orina negli slip dopo aver orinato),bruciore occasionale all'atto dell'orinare(una volta su 5 accuso bruciore in prossimita' dell'orifizio mentre orino),sensazione di meato "umido".Circa l'eziogenesi di questi sintomi devo dire di aver subito un trauma al pene in erezione circa tre anni fa e comportante sanguinamento, durante alcuni energici sfregamenti da vestito nei preliminari con la partner.L'andrologo disse all'epoca trattarsi di lacerazione del frenulo,mi chiese se il sanguinamento fosse stato interno o esterno,ma io non seppi cosa dire,eccetto che ricordo di aver avvertito una fitta molto dolorosa,ma della durata di una frazione di secondo in prossimita' della punte del pene.I fastidi iniziarono da subito ma io trascurai per mesi e mesi fin quando,i disturbi aumentarono(avevo gia' perdita abbondante di orina post-minzione) ed ebbi un epididimite.feci terapie antibiotiche che distrussero l'agente batterico rinvenuto nella sperma(stafilococco aureo) e fecero passare l'epididimite,ma ahime ad oggi i problemi presenti al pene e che cito sopra sono ancora presenti sebbene in forma molto piu' attenuata.Alcuni giorni fa ho eseguito visita venerologica e in seconda battuta visita uro-andrologica.Il dermatologo non ha riscontrato patologia a carico delle mucose genitali e mi ha prescritto solo dei gel emollienti etc...L'andrologo mi ha prescritto tampone uretrale che ho gia' eseguito e di cui devo ritirare l'esito e uroflussometria che devo ancora fare,senza fare diagnosi.Nessun problema a carico dell'erezione.(confermato dall'ecodoppler pienino che mi ha fatto)Il mio timore(anche leggendo su internet) e' che quel trauma possa aver causato una stenosi del meato uretrale non diagnosticata,o che aver trascurato per mesi una potenziale infezione urinaria questa si sia cronicizzata e non possa piu' essere sconfitta.(queste sono solo mie congetture).L'andrologo mi ha detto che la prostata e' ok.Il gettito urinario mi sembra omogeneo e non impedito.Vi chiedo:l'uroflussometria che andro'a fare e' dirimente per un eventuale stenosi?Oppure questa viene confermata da altri esami,e l'uroflussometria serve solo ad avanzare un sospetto?Ringrazio infinitamente per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
l'uroflussometria può già orientare verso un quadro di ostruzione allo svuotmaneto vescicale, il tracciato uroflussometrico di una stenosi uretrale ha una precisa caratteristica
[#2] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Lo sgocciolamento postminzionale alla sua età è probabile derivi da uno stato infiammatorio prostatico.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
ci mantenga informati se le fa piacere
[#4] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2006
ho preso il risultato del tampone uretrale e prepuziale prescrittomi e risulta negativo a tutti i batteri.Mi chiedo se una prostatite puo' sussistere senza che ci siano germi nell'uretra.Gli unici sintomi da me avvertiti sono un leggero prurito interno al meato,occasionale bruciorino all'orifizio mentre orino,rinvenimento di qualche goccia di urina negli slip dopo urinato.A giorni faro' l'uroflussometria.Intento eseguo scrupolosa igiene e applicazione di gel prescrittomi dal dermatologo.Ringrazio per le risposte.
[#5] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
e una ecografia prostatica transrettale l'ha mai eseguita?
[#6] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2006
l'andrologo nel suo studio ha guardato ecograficamente la prostata(non so poi se fosse transrettale)asserendo che non c'e' traccia di infiammazione.
[#7] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Quindi non ha eseguito una eco con una sonda rettale.
Ritengo che da un'eco sovrapubica non sia possibile un esame completo sulla prostata,che si trova appunto sotto il pube.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2006
quanto prima faro' urinoflussometria e procedero' ad un esame della prostata con la metodica da lei menzionata.I miei timori consistono nel fatto che i miei disturbi durano da fin troppo tempo e nel pensiero che il trauma al pene abbia provocato una qualche forma di stenosi,in virtu' anche dell'uretrite trascurata.cordiali saluti e ringrazio di cuore per i consigli