Utente 195XXX
sono la mamma di una bimba di 6 anni che soffre di stipsi. fino a dicembre, questo problema non aveva dato problemi correlati. prima di Natale la bimba ha accusato forti bruciori alle parti intime quando urinava e un continuo stimolo. si è pensato ad una cistite. effettuati gli esami delle urina, si è riscontrata un'infezione da E.Coli, curata con antibiotico e per un mese la bimba ha preso tutte le sere una bustina di movicol bimbi. il problema sembrava risolto, fino a venerdì scorso quando si è ripresentato. avevo notato di nuovo la difficoltà ad andare di corpo. domenica, poi, oltre a non trattenere l'urina, abbiamo notato che continuamente aveva le mutandine sporche di feci, fino a quando non si è riuscita a liberare abbondantemente.
le analisi delle urina non hanno riscontrato nulla se non una lieve presenza di flora batterica. l'agumentin non ha sortito, infatti, alcun effetto.
su consiglio del medico abbiamo terminato l'antibiotico (4gg) e iniziato una cura di 3 gg di antalfebal (3 volte al dì) ed effettuato una ecografia. il risultato della stessa è stato:
vescica discretamente distesa a pareti apparentemente regolari e lume ecoprivo.dopo minzione si registra scarsa ritenzione urinaria(circa 11.4 cc). reni di dimensioni nella norma, con regolare differenziazione parenchimo sinusale senza evidenti immagini da riferire con assoluta certezza a calcoli; in entrambi si repta una modestissima pielectasia (più evidente a sin) da seguire nel tempo.
il pediatra mi ha tranquillizzata dicendo che MODESTISSIMA è quasi equivalente a trascurabile e che l'eco ha confermato una infezione della vescica dovuta all'inestino intasato e ha detto di finire la cura con l'antinfiammatorio e continuare con il movicol. ad oggi la bimba sembra andare migliorando. ma davvero posso stare tranquilla per quanto riguarda la pielectasia?
ringrazio chiunque abbia la pazienza di leggere tutto e di rispondermi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Non sappiamo esattamente l'entità della pielectasia, ma se fosse modestissima lei potrebbe stare tranquilla. Ad ogni modo l'esame dovrà essere ripetuto a breve distanza di tempo (3-6 mesi).

Penso che l'atteggiamento attuale sia condivisibile. Bisognerà valutare l'eventuale ricorrenza di infezioni dopo la regolarizzazione dell'alvo. Se le infezioni si ripresentassero, si penserà ad escludere altre potenziali cause di infezioni ricorrenti.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 195XXX

Iscritto dal 2011
Ringrazio vivamente per la risposta. la bambina, su suggerimento del medico, ha iniziato a prendere mezza compressa di DITROPAN mattina e sera. fin dalla prima copressa la situazione è migliorata. stiamo notando che avverte l'urgenza in situazioni particolari come l'uscita di casa o situazioni in cui sa di dover trattenere un po' di più (scuola, danza, piscina).
Inizio a pensare che abbia ragione il dottore quando affera che probabilmente è solo un fattore psicologico. per la pielectasia anche il pediatra è del suo parere: ripetere l'eco tra un mesetto e le analisi altrettanto, ritenendo che il tutto rientrerà appena la bimba ritornerà ad una minzione regolare.
spero che anche lei sia di questo parere.
grazie ancora della sua consulenza pronta, professionale e attenta.
[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Bisogna seguire due "problemi" clinici:
- la tendenza alle infezioni;
- la pielectasia.

Potrebbero essere correlate (ad esempio per la presenza di un piccolo reflusso vescico-ureterale) oppure essere due aspetti distinti (pielectasia "parafisiologica" e occasionale infezione delle vie urinarie correlata alla stipsi).

Stiamo parlando di un quadro all'esordio, che non ha portato manifestazioni drammatiche. Un atteggiamento di cauta attenzione mi sembra indicato.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 195XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per le risposte. la bimba sembra andare molto meglio. aspetteremo un altro po' per ripetere gli esami e valutare. grazie ancora per l'interessamento.